Borgotaro (Parma), è morto Giorgio Gaslini

E' morto stamattina all'ospedale di Borgotaro (Parma), dove era ricoverato da circa un mese in seguito a una caduta, Giorgio Gaslini, grande pianista, compositore e direttore d'orchestra nato a Milano il 22 ottobre del 1929.

Aveva iniziato a suonare il pianoforte a 6 anni; innamoratosi precocemente del jazz dopo avere ascoltato un disco di Earl Hines, si era fatto le ossa nei club jazz di Milano prima di iscriversi nel 1949 al Conservatorio (tra i suoi insegnanti Carlo Maria Giulini; tra i compagni di studi di Claudio Abbado e Luciano Berio).

Da allora la sua illustre e lunghissima carriera si è sviluppata in moltissime direzioni articolandosi in oltre cento dischi e in più di tremila concerti: sperimentatore e appassionato di didattica (negli anni '70 tenne i primi corsi di jazz presso i Conservatori S. Cecilia di Roma e Giuseppe Verdi di Milano), Gaslini è stato un uomo di cultura profondamente calato nel sociale e fautore di numerosi progetti che hanno portato la musica, oltre che nelle scuole e nelle università, anche nelle fabbriche e negli ospedali psichiatrici. Oltre a distinguersi come una delle figure più importanti del jazz italiano ha scritto brani sinfonici e composizioni di musica contemporanea ma anche opere e balletti per il Teatro alla Scala; ha pubblicato libri di argomento musicale e lavorato con i maggiori registi del teatro, della televisione e del cinema ( sue le musiche per il film "La notte" di Michelangelo Antonioni, mentre si ricorda anche la collaborazione con Dario Argento per "Profondo rosso" e "Le cinque giornate di Milano"). Dal 2001 è operativo presso la Villa Gomes del Comune di Lecco il Fondo Musicale Gaslini costruito a partire da una sua donazione di migliaia di dischi, libri e partiture originali. L'anno successivo l'allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi gli aveva conferito un premio alla carriera e la medaglia d'oro riservata ai personaggi benemeriti della cultura e dell'arte; tra gli altri numerosi riconoscimenti da lui ottenuti si ricordano il premio "Milano per la Musica" nel 2009 e l'Ambrogino d'Oro nel 2010. .

Sposato con l'attrice di teatro Simona Caucia viveva da tempo a Borgotaro, sull'Appennino parmense. Alla Biblioteca comunale aveva donato un'altra parte della sua collezione di vinili, cd e libri a tema musicale creando un secondo "Fondo Gaslini".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.