Lady Gaga chiude la vita della Roseland Ballroom di New York. Le canzoni

Lady Gaga chiude la vita della Roseland Ballroom di New York. Le canzoni

Primo dei sette show, ieri sera, con i quali Lady Gaga chiuderà la vita terrena della famosa Roseland Ballroom di New York. La sede attuale è del 1958, ma il nome risale al 1919, quando il locale si trovava tra la 51esima e Broadway. La Ballroom, dalla capienza di 3500 spettatori, è stata rinnovata ad inizio degli anni '90 e diventò un posto perfetto per band la cui fama era in crescita e che volevano attirare l'attenzione esaurendo posti di medio calibro prima di fare il salto verso i palazzetti, o per nomi di fama che volevano esibirsi in un posto più ristretto.

Ieri sera, giorno peraltro del ventottesimo compleanno della signorina Germanotta, Gaga si è esibita per sessanta minuti esatti. Dopo aver iniziato - come riporta "Billboard" - in maniera volutamente spoglia con "Born this way", l'artista ha poi snocciolato altri dieci brani cambiandosi d'abito "solamente" quattro volte. Sul palco, oltre a parecchie rose in omaggio al nome del locale, una riproduzione della Lower East Side con tanto di vagone del metrò della linea F e lettere al neon a comporre la scritta "176 Stanton Street", ovvero il suo vecchio indirizzo. Il concerto, fa notare "Billboard", è stato più un evento da club, uno show per gli aficionados, che una anticipazione del suo prossimo tour "ArtRave: The Artpop Ball". Ultima esibizione al Roseland il prossimo 7 aprile. Il setlist:











Born this way (al piano)
Black Jesus - Amen fashion
Monster
Bad romance
Sexx dreams
Dope
You and I
Just dance
Poker face (piano)
Artpop (interlude)
Applause
G.U.Y.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.