NEWS   |   Italia / 28/03/2014

Enzo Jannacci, un anno dopo. I ricordi, le celebrazioni, un libro

Enzo Jannacci, un anno dopo. I ricordi, le celebrazioni, un libro

Domani, 29 marzo, sarà un anno da quando Enzo Jannacci ha salutato per sempre la sua Milano e i suoi amici. Milano dice di non averlo dimenticato, anche se per il momento gli ha solo intitolato (ed è cosa buona e giusta, che gli sarebbe piaciuta, penso) il dormitorio pubblico (cerimonia ufficiale prevista per il 5 aprile).

I suoi amici lo ricordano con tre giorni di omaggi, anteprime e approfondimenti, intitolati “50 anni in scarpe da tennis” – già, sono anche passati giusto cinquant’anni dall’uscita del 45 giri “El portava i scarp del tennis”, una delle sue canzoni più significative e identificative. Al Teatro delle Colonne, il 28, 29 e 30 marzo, si terranno tre repliche speciali del concerto teatrale “Il saltimbanco e la luna”, ideato e interpretato da Andrea Pedrinelli con Susanna Parigi (da poco disponibile anche in Cd, distribuzione Egea Music): ospiti nelle tre serate Franco Cerri, Enrico Intra, il presidente della Caritas Ambrosiana e altri.

Nella prima delle tre serate, cioè stasera 28 marzo, verrà anche presentato il bel libro di Andrea Pedrinelli “Roba minima (mica tanto)”, edito da Giunti, che in 224 pagine fitte fitte ripercorre l’opera discografica di Enzo: l’ho sfogliato velocemente e ho capito che prima di recensirlo bisognerà che me lo legga tutto e con attenzione, se lo merita. (fz)

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi