C'è un nuovo batterio, l'hanno battezzato Frank Zappa

C'è un nuovo batterio, l'hanno battezzato Frank Zappa

Vari microrganismi, grazie a scienziati o ricercatori di spirito, portano il nome di stelle del pop. E', ad esempio, il caso di Mick Jagger con il suo Aegrotocatellus jaggeri e di Lady Gaga con l'Aleiodes gaga. Ora ne arriva un altro, simpaticamente dedicato a Frank Zappa anche se poco simpaticamente è il responsabile dell'acne. Come riferiscono "USA Today" e Ansa, la scoperta di P. Zappae, pubblicata sulla rivista "Molecular Biology and Evolution", è da attribuire al gruppo coordinato dal microbiologo Andrea Campisano, della Fondazione Edmund Mach a San Michele all'Adige (Trento). Essenziale il contributo di Omar Rota-Stabelli, evoluzionista molecolare che ha analizzato i geni del batterio, e di Lino Ometto, genetista evolutivo che ha dato la certezza statistica che si tratta di un ceppo nuovo. I tre ricercatori, scrive l'Ansa, che sono rispettivamente di Catania, Bergamo e Vicenza, sono rientrati dall'estero in Italia pochi anni fa grazie al programma sul rientro dei "cervelli". Ma si sono scontrati con la crisi, il taglio dei fondi alla ricerca, il blocco delle assunzioni universitarie. E rimangono precari, con Ometto addirittura senza lavoro da cinque mesi.

La scoperta del batterio chiamato come lo zazzeruto artista USA dalle origini siciliane, scomparso nel dicembre 1993, è stata fatta proprio nell'ambito del progetto con il quale Campisano è tornato in Italia. Per Campisano il risultato apre "nuove prospettive sia nello studio dei microrganismi di interesse agrario, sia per quanto riguarda le implicazioni per la salute umana di questi inattesi consorzi tra piante e batteri". In pratica questo nuovo tipo di batterio, che nell’uomo causa l’acne, è il responsabile di una malattia che colpisce le viti.











I ricercatori hanno deciso di tirare in ballo il geniale compositore, morto a 52 anni, spinti dalla sua canzone satirica ”Jewish Princess” del 1979, in cui il musicista cantava di ”sand-blasted zits”. ”Quando abbiamo scoperto questo batterio" – hanno detto Campisano e Rota-Stabelli – "in macchina stavamo ascoltando un album di Zappa”.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.