New York, le Pussy Riot (presentate da Madonna) contestano Putin

New York, le Pussy Riot (presentate da Madonna) contestano Putin

Due componenti delle Pussy Riot hanno approfittato dell'invito al concerto di Amnesty International a New York per protestare contro il presidente russo Vladimir Putin. Dopo essere state presentate al pubblico del Barclays Center di Brooklyn da Madonna, la quale ha riferito d'aver ricevuto minacce di morte per aver appoggiato la loro causa, le due, dal palco dell'evento "Bringing Human Rights Home" dell'organizzazione umanitaria hanno detto: "Chiediamo una Russia libera e una Russia senza Putin". Le due, Nadezhda Tolokonnikova
e Maria Alyokhina, sono state recentemente "graziate" da Putin che le ha fatte scarcerare dopo la condanna per i noti fatti moscoviti del 2012. Prima del concertone di NYC le Pussy Riot, che hanno cercato di attirare l'attenzione su otto dissidenti russi che stanno per andare sotto processo, hanno parlato con l'ambasciatrice statunitense Samantha Power. Le due musiciste-attiviste non hanno suonato. Alla colonna sonora della serata hanno invece provveduto - tra gli altri artisti - Lauryn Hill, Blondie, Imagine Dragons e Cake.




Contenuto non disponibile







Alla conferenza stampa le due hanno lasciato intendere che il concetto di Pussy Riot è ampio. Insomma











 non è una band che fa politica, un gruppo musicale attivista. "Chiunque può essere Pussy Riot", ha detto Alyokhina. "Basta mettersi una maschera e mettere in piazza una protesta nel proprio Paese. Noi siamo solo due persone che hanno passato due anni in galera per aver preso parte ad una azione di protesta Pussy Riot"
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.