Sanremo 2014: Renzo Rubino, Fiorello e quello scherzo durato troppo (poco)

Sanremo 2014: Renzo Rubino, Fiorello e quello scherzo durato troppo (poco)

Lui ci ha provato anche, a chiudere la vicenda, con un tweet, nel tardo pomeriggio di ieri.



Eppure tre ore dopo il suo intervento chiarificatore definitivo, a giochi praticamente già fatti, c'erano ancora testate Web che nei titoli parlavano ancora di "caso Sanremo", polemiche e "rischio espulsione". E, dato che né i telegiornali né i siti di informazione generalisti hanno ritenuto di parlarne relegando la faccenda a affaire da blogosfera, ci permettiamo di farvi un riassunto delle puntate precedenti.

Ieri mattina, a Edicola Fiore, il programma radiofonico condotto su Radio Due da Fiorello, Renzo Rubino, in gara nella categoria Campioni al prossimo Festival di Sanremo, durante la diretta - incalzato dal conduttore - accenna a quello che lui stesso sostiene essere "uno dei due brani in gara" al teatro Ariston. Lo showman siciliano, dopo la breve esecuzione, lo pungola, dicendogli che - avendo eseguito più di quattro battute del brano - come indicato dal regolamento del concorso canoro rischia la squalifica per aver svelato la propria composizione prima del tempo.

Chiusa la diretta radiofonica, l'operazione prosegue in Rete: il video della scena finisce su Youtube in tarda mattinata, contestualmente ad uno scambio di battute - fiorito su un intervento di un fan - su Twitter, tra il cantante e Fiorello, dove - esplicitamente - si fa cenno all'eventualità di una squalifica.



Chi ne ha parlato per primo, come abbiamo fatto noi e altri, se ne è accorto più o meno ieri, a mezzogiorno: un paio di blog e una testata online legata a un colosso editoriale televisivo hanno immediatamente parlato di rischio espulsione - o di certezza della stessa - pur in assenza di una qualsiasi pronuncia della RAI o degli organizzatori del Festival. A che conclusione siamo arrivati noi e come ci siamo arrivati ve l'abbiamo già spiegato ieri. Curioso osservare come, ore dopo la pubblicazione del nostro intervento (avvenuta nel primo pomeriggio, poco dopo le 14), online blog e altri siti specializzati parlassero di rischio espulsione, pur non escludendo l'ipotesi dello scherzo. Ancora più curioso è che, sempre nel pomeriggio, sempre in assenza di una qualsiasi dichiarazione di Fazio o della RAI, qualche collega chiedesse conto su Twitter a Rubino (ricevendo risposta solo ore dopo, in seguito alla pubblica confessione - sempre su Twitter - che abbiamo pubblicato sopra).

Solo più tardi - verso le 17 di ieri - l'ANSA, forte della sua autorevolezza, affronta la vicenda, derubricandola a contorno - l'ospite principale della puntata era Bruno Vespa - e chiudendo con "poi si scopre che è solo una boutade ben orchestrata da Fiorello, e il brano non è uno dei due in gara al prossimo Festival".

Quattro anni fa qualcosa del genere, ma non per scherzo, successe davvero, e - pure nell'arco di una sola giornata - la situazione precipitò in modo decisamente più rapido. Quando Morgan, nel 2010, dall'Ariston fu cacciato per davvero, dal primo lancio che anticipava la sua intervista shock a Max e la prima dichiarazione - via agenzia - della direzione artistica del Festival passarono solo poche ore: il cantautore fece pubblica ammenda - sempre via agenzia - a strettissimo giro e l'espulsione fu formalizzata la mattina del giorno successivo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
15 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.