Max Gazzé, 'Al teatro sotto casa' è arrivato a Roma: il report del concerto

Max Gazzé, 'Al teatro sotto casa' è arrivato a Roma: il report del concerto

Max Gazzé ha deciso di chiudere il suo fortunato tour teatrale con quattro giorni di "residenza artistica" all'Auditorium Parco della Musica di Roma; ieri sera, infatti, il cantautore romano ha proposto presso la Sala Petrassi dell'Auditorium il primo dei quattro concerti previsti in cartellone fino a martedì 21 gennaio. "Finalmente siamo a Roma", ha dichiarato al microfono Gazzé subito dopo aver accolto il pubblico con un assolo al basso e con i primi due brani in scaletta, "in questa location mi sembra di suonare direttamente nel salotto di casa vostra. C'è un'ottima acustica, poi! Sono molto contento di chiudere il tour qui a Roma e in questa atmosfera molto intima". Come nelle precedenti date del tour, anche in occasione della residency all'Auditorium il cantautore è stato accompagnato sul palco da Clemente Ferrari al piano e ai sintetizzatori (in occasione della partecipazione di Max all'ultima edizione del Festival di Sanremo ha diretto per lui l'orchestra dell'Ariston), Dedo alla tromba, al trombone e alla chitarra acustica, Giorgio Baldi alle chitarre, Puccio Panettieri alla batteria e (soprattutto) dal quartetto d'archi Euphoria (su cui spenderemo qualche parola più in là).

In scaletta, oltre ai brani contenuti all'interno dell'ultima fatica discografica del cantautore romano "Sotto casa", i successi dei primi vent'anni di carriera di Gazzé: da "Cara Valentina" a "Mentre dormi", passando per "Il timido ubriaco", "L'uomo più furbo", "La nostra vita nuova" e "Annina" (solo per citarne alcune). Per un totale di circa due ore e mezza di musica. Si passa da atmosfere incentrate su arrangiamenti più delicati e soffici, come nel caso di "Sirio è sparita" o di "Buon compleanno", a momenti in cui a dominare sono atmosfere più vivaci e briose, come nel caso di "Cara Valentina". A volte Max propone pezzi recenti come "I tuoi maledettissimi impegni" (una delle due canzoni sanremesi, salutata dal pubblico con entusiasmo); altre volte invece pesca dal passato, rileggendo brani come "Quel che fa paura" (correva l'anno 1996) o "La favola di Adamo ed Eva" in chiave acustica e abbellendoli con venature jazz grazie alla complicità di tromba e pianoforte.

Non mancano momenti ironici, come quando il quartetto (tutto al femminile) Euphoria composto da due violini, una viola e un violoncello - rimasto solo sul palco in un momento di pausa - ha proposto un divertente siparietto musicale che partendo da Vivaldi ha poi virato verso tormentoni pop come "Bad romance" di Lady Gaga o "Triangolo" di Renato Zero; o quando un divertito Gazzé, sul finale di "Cara Valentina", ha accompagnato al basso il coro del pubblico. Ecco, il pubblico ieri sera ha vestito i panni di quello che, in termini calcistici, viene definito come "dodicesimo uomo in campo": protagonista indiscusso del concerto, ha partecipato allo spettacolo con spontaneità e calore, acclamando con entusiasmo non solo ogni brano in scaletta ma anche i vari intermezzi strumentali che hanno visto il cantautore romano (con al collo il suo basso) inscenare fantomatiche battaglie a colpi di suoni con la batteria di Puccio Panettieri; intermezzi strumentali che non sembrano essere stati studiati e pensati, ma che si costruiscono al momento partendo da alcune linee di basso suonate da Gazzé. Nel finale, poi, la platea si alza in piedi e (come affetta da una strana euforia) danza sulle note sincopate di "Sotto casa", per poi avvicinarsi al palco dove Max (ritornato sul palco per il bis) ripropone "Una musica può fare": si chiude così il primo dei quattro appuntamenti romani "Al teatro sotto casa".

(Mattia Marzi)

SETLIST:
"Sirio è sparita"
"Vento d'estate"
"L'uomo più furbo"
"Preferisco così"
"Il timido ubriaco"
"Atto di forza"
"I tuoi maledettissimi impegni"
"Quel che fa paura"
"La mia libertà"
"Mentre dormi"
"Cara valentina"
"Una musica può fare"
"L'origine del mondo"
"Edera"
"La nostra vita nuova"
"La favola di Adamo ed Eva"
"Il solito sesso"
"Annina"
"L'ultimo cielo"
"Buon compleanno"
"Sotto casa"

BIS:
"Una musica può fare"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
26 dic
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.