Slayer: è morto Jeff Hanneman

Slayer: è morto Jeff Hanneman

Tristissima notizia - e piuttosto inaspettata - per il mondo del metal: a soli 49 anni è morto Jeff Hannmeman, membro fondatore e chitarrista degli Slayer.

Jeff è deceduto nella mattinata di govedì 2 maggio in un ospedale vicino alla sua città, nella California del sud, e l'annuncio ufficiale è arrivato nella notte tra giovedì 2 e venerdì 3 maggio, via Facebook.
"Gli Slayer sono devastati dal dolore nell'informarvi che il loro collega e fratello, Jeff Hanneman, è morto verso le 11 di stamattina, vicino a casa sua nella California del sud. Hanneman era ricoverato in un ospedale della zona quando è entrato in stato di insufficienza epatica. Lascia la moglie Kathy, la sorella Kathy e i fratelli Michael e Larry. Mancherà a tutti. Che il nostro fratello Jeff Hanneman possa riposare in pace (1964 - 2013)".

Hanneman da due anni non si esibiva con gli Slayer e ultimamente la sua presenza nella band era stata addirittura messa in discussione: il chitarrista, infatti, dopo il morso di un ragno, due anni fa aveva contratto una rara malattia - la fascite necrotizzante. Al suo posto, per tutto questo tempo, si è esibito Gary Holt degli Exodus, che è stato comunque per questi due anni considerato un sostituto temporaneo, anche se recentemente - con un nuovo album in fase di scrittura e la ripresa di Hanneman che non decollava - Kerry King aveva lasciato intuire che potesse trattarsi di una situazione permanente.

Hanneman insieme a Kerry King ha fondato gli Slayer nel 1981. La sua passione per i cimeli militari della Seconda Guerra Mondiale lo ha spesso messo al centro di controversie riguardanti ipotetiche simpatie naziste della band, cosa sempre prontamente smentita.



Contenuto non disponibile


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.