Paul McCartney: ‘Per Sgt.Pepper fumavamo hashish”. E Ravi Shankar ‘ripudia’ i Beatles e Jimi Hendrix

Paul McCartney: ‘Per Sgt.Pepper fumavamo hashish”. E Ravi Shankar ‘ripudia’ i Beatles e Jimi Hendrix
Intervistato a proposito dei risultati del referendum di Channel Four, secondo il quale “Sergeant Pepper's Lonely Hearts Club Band”, inciso dai Beatles nel 1967, sarebbe il "miglior album di tutti i tempi", Paul McCartney, che di quel disco fu la mente musicale, si è detto onorato dal riconoscimento, e ha confermato al giornale londinese "Independent" che i Beatles fumarono intensamente marijuana durante le 700 ore impiegate per registrare "Sgt. Pepper".
“Prima di quel disco cominciavano a circolare critiche negative, dicevano che eravamo finiti, non eravamo più quelli degli inizi. Poi i critici hanno scritto che le musiche o i testi più fantasiosi del disco ci erano stati suggeriti dal consumo di LSD, ma questo non era vero”, ha concluso Sir Paul.
Marijuana o LSD, comunque, per Ravi Shankar pari sono. Il sitarista indiano, che in quel periodo veniva indicato come ispiratore musicale di George Harrison, nella sua autobiografia scrive di non aver mai amato la musica dei quattro di Liverpool e soprattutto di non aver mai condivideso il loro stile di vita, a base di droghe, eccessi sessuali e orientalismo alla moda. “Ero offeso e choccato vedendo la filosofia indiana saccheggiata per diventare un cocktail che tutti si bevevano mescolando superficialmente Kamasutra, yoga e marijuana. Gli atteggiamenti di certe rockstar erano disgustosi: ho assistito a un concerto in cui Jimi Hendrix finse di far l’amore con la chitarra in modo osceno e poi la bruciò. Mi parve un atto sacrilego: nella nostra cultura è fondamentale il rispetto per gli strumenti musicali”.
Dall'archivio di Rockol - Jimi Hendrix e la sintassi della musica
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.