Philip Morris vs Jonwayne: il suo artwork è simile al packaging Marlboro

Philip Morris vs Jonwayne: il suo artwork è simile al packaging Marlboro

I produttori delle sigarette Marlboro hanno minacciato un'azione legale contro la Stones Throw Records e l'mc Jonwayne; il motivo del contendere è l'artwork di alcune cassette promozionali che l'etichetta a prodotto nel 2012 per Jonwayne - all'epoca da poco sotto contratto.
Il nastro era contenuto in una confezione che richiamava in tutto e per tutto il tipico pacchetto delle Marlboro, anche se i colori e le scritte erano differenti.

La Philip Morris, però, non sembra disposta a tollerare questo vezzo grafico e - stando a quanto rivelato dalla Stones Throw - pochi giorni orsono ha fatto recapitare all'etichetta una richiesta ufficiale di "cease and desist", ossia ha intimato di ritirare le cassette e di non utilizzare in alcun modo la grafica incriminata in quanto viola il copyright del marchio.





 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.