Nuove classifiche UK: Elvis ancora primo, Rolling Stones secondi

Nuove classifiche UK: Elvis ancora primo, Rolling Stones secondi
Chi si fermasse a leggere le prime due posizioni della nuova classifica britannica degli album probabilmente crederebbe d’aver scambiato le chart del 2002 con quelle di 35 anni fa. Al primo posto c’è infatti Elvis Presley, al secondo i Rolling Stones. Per il primo si tratta di un CD postumo, per Jagger e soci fortunatamente solo antologico, ma comunque si ha quasi l’impressione di un salto indietro nel tempo. Specificatamente, il King si tiene il primato per la seconda settimana consecutiva con “Elv1s 30 number 1 hits”, mentre gli Stones scaricano sulla piazza d’onore la raccolta “Forty licks”. In tema di salti, prodigioso quello compiuto da Norah Jones. Partito in sordina 27 settimane fa, il suo “Come away with me” riesce a balzare dal numero 13 al 3. Al quarto posto c’è “Missundaztood” di Pink, al quinto “Nellyville” di Nelly, al sesto “A rush of blood to the head” dei Coldplay. Debutta sulla settima tacca “The ragpicker’s dream”, il nuovo album solista di Mark Knopfler. Dopo “Let go” (8) di Avril Lavigne, discreto l’esordio dei Supergrass: il trio di Cambridge entra al numero 9 con “Life on other planets”. Chiude la Top 10 “Heathen chemistry” degli Oasis. Scivolano “Bounce” dei Bon Jovi, che passa dal numero 2 all’11, “Illumination” di Paul Weller, dal 7 al 17, ed “Up” di Peter Gabriel, dall’11 al 25. Ad onta del titolo del singolo, poco positivo l’arrivo in classifica di “A new morning” dei Suede: numero 24, mai un loro album aveva debuttato così male. Per quanto riguarda i singoli, il vertice se lo tengono Will Young e Gareth Gates con la loro versione duettata di “The long and winding road”. “Down boy” di Holly Valance irrompe in alto, ma deve fermarsi al numero 2. Il terzo se lo tiene stretto Avril Lavigne con “Complicated”, mentre sul quarto entra “Down 4 U” di Irv Gotti. Arrotonda la Top 5 “Just like a pill” di Pink, mentre la classifica dei primi dieci vede altre due nuove entrate, e cioè “My vision” targata Jakatta, numero 6, e “Bunsen burner” di John Otway, numero 9.
Dall'archivio di Rockol - Elvis e la data di nascita del rock 'n' roll
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.