Investigatore privato: 'Whitney Houston assassinata'

Investigatore privato: 'Whitney Houston assassinata'

Whitney Houston non sarebbe morta per le cause sinora note bensì sarebbe stata assassinata. Questa la tesi avanzata da un investigatore privato, Paul Huebl, così come riportato dal settimanale probabilmente più pettegolo del mondo, il "National Enquirer". La rivista USA riferisce che il detective basato ad Hollywood avrebbe scoperto "prove", inclusi dei filmati di telecamere di sicurezza, le quali suggerirebbero che la cantante sarebbe stata uccisa da due uomini che erano stati mandati da boss della droga a riscuotere un debito. Whitney, si afferma, era in debito di 1 milione e mezzo di dollari con dei pezzi grossi del mercato degli stupefacenti. I due uomini si sarebbero introdotti, l'11 febbraio di quest'anno, presso l'albergo Beverly Hilton in cui poi fu trovato il cadavere dell'artista. L'investigatore, che ha ricevuto quelli che sarebbero i nuovi elementi "da un network di informatori", sostiene che il corpo di Whitney mostra delle "classiche" ferite da difesa che la cantante si sarebbe procurata "lottando per salvarsi la vita". Le nuove "prove" sono state consegnate all'FBI nel tentativo di far riaprire il caso. Rimane un piccolo interrogativo: perché uccidere la sola persona in grado di dare i soldi richiesti?




Contenuto non disponibile







All'inizio del corrente mese ha debuttato a Londra la trasposizione teatrale del film "The bodyguard" del 1992, che come si ricorderà vide affiancati nelle parti principali Whitney Houston e Kevin Costner.
-Adelphi Theatre
The Strand
Preview iniziate lo scorso 6 novembre, "prima" ufficiale il 5 dicembre.
Durata 2 ore e 30 minuti
Biglietti 26/45/70/86 sterline
Si replica fino al 20 aprile 2013
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.