‘Fred Durst si meriterebbe un calcio in culo', dice Wes Borland

Anche nel mondo del rap-metal nascono gelosie e tormenti personali. Dopo la notizia di Munky, il componente dei Korn che ha affermato di essere certo che Hitler vegeti, felice e riverito, in paradiso, si dice anche che Wes Borland, l’ex-chitarrista dei Limp Bizkit, sia pronto a “tirare un calcio in culo a Fred Durst” nel caso quest’ultimo decidesse di rubargli l’ennesimo riff di chitarra. Borland, che ha abbandonato i Limp Bizkit definendoli “dei venduti”, ha dato vita a un nuovo gruppo, gli Eat The Day, attualmente in studio per la registrazione di un disco. Il musicista, però, si starebbe arrovellando il cervello con il cattivo pensiero che Durst voglia sottrargli le idee più creative. “Quelli continuano a essere i miei riff e se affioreranno da qualche parte che non sia un album degli Eat The Day, penso proprio che ci sarà qualche problema!”, avrebbe riferito Borland, con non poco astio, in una recente intervista.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.