Pink: ‘Presidente Bush, prova l’ecstasy’

Pink: ‘Presidente Bush, prova l’ecstasy’
Gli apprezzamenti positivi sulle droghe, che siano leggere o pesanti, di solito portano sfortuna: ne sa qualcosa, tra gli altri, Brian Harvey, ex East 17. Speriamo che non accada la stessa cosa anche a Pink, la quale ha avuto la poco brillante idea d’informare il mondo che l’ecstasy è una buona cosa. La cantante, intervistata per il nuovo numero del mensile statunitense “Blender”, ha dapprima detto che il presidente Bush dovrebbe provare a calarsi un po’ di ecstasy, e poi (questa francamente poteva risparmiarsela) che “l’ecstasy la dovrebbero far girare nelle mense scolastiche”. Forse conscia della gravità di quanto da lei affermato, Pink ha cercato poi di fare marcia indietro riferendo d’aver preso droga per l’ultima volta nel 1995.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.