Comunicato stampa: Strade del Cinema

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Da ormai sei anni organizziamo e realizziamo, ad Aosta, una rassegna cinematografica chiamata Strade del Cinema. Questo nome non è stato scelto a caso: le proiezioni avvengono all’imbrunire nelle piazze e nelle strade più suggestive della città, sotto le stelle di luglio, e i film scelti si riferiscono sempre ad una tematica precisa, interpretata sotto angolazioni differenti. Col passare del tempo l’appuntamento del martedì e del venerdì sera con Strade del Cinema è diventato una piacevole abitudine per un numero sempre maggiore di appassionati. Il clima favorevole, l’intimità delle piazze aostane, gli autori da scoprire o riscoprire (Fellini, Tati, Malle, Kaurismaki, Rossellini Godard) rendono gli spettacoli di strade del cinema unici e apprezzati. Ma ciò che, accanto a tutti questi fattori, è stato l’aspetto più caratterizzante della manifestazione è la musicazione dei film muti: ogni anno sono state proposte due o tre serate in cui musicisti di varia estrazione (soprattutto jazzistica) si sono misurati con i capolavori e il linguaggio del cinema muto. Gli autori spaziano da Buster Keaton a Victor Sjostrom, a Fritz Lang a Leo Mc Carey, i musicisti che hanno partecipato, negli anni, alla manifestazione, da Flavio Boltro a Giorgio Li Calzi a Carlo Actis Dato a Stefano Bollani. Ai musicisti è stata sempre espressamente richiesta una musica originale, scritta ed eseguita dal vivo appositamente per il film. Non una musica da accompagnamento ma un’interpretazione vera e propria, che rendesse conto dei ritmi e delle atmosfere della narrazione, e che, soprattutto, ne rispettasse l’età e lo spirito. Da quest’anno la manifestazione Strade del Cinema si rinnova, vuole diventare festival, e punta proprio sulla sua particolarità: i film muti musicati dal vivo. Nel progetto che troverà qui di seguito sono spiegate le finalità del festival, le sezioni del concorso, e le possibilità future di apertura.
Festival “Strade del Cinema” Festival Internazionale del Cinema Muto Musicato dal Vivo Aosta 8-17 agosto 2002
Il periodo, i luoghi
Per la prima edizione, sono previste sette serate distribuite su due settimane – giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10 agosto dedicati al concorso giovani e martedì 13, mercoledì 14, giovedì 15 e venerdì 16 dedicati al concorso big, e sabato 17 alla premiazione. I musicisti si avvicenderanno sul palco musicando film dell’epoca del muto scelti ed assegnati dalla Direzione Artistica seguendo una tematica particolare. I luoghi saranno gli stessi che hanno visto nascere e svilupparsi la manifestazione… Sant’Orso, Santo Stefano, il Centro Anita, la Piazza della Cattedrale.
Sezione giovani Dare spazio ai musicisti emergenti di ogni genere (dalla musica etnica al rock) che vogliano misurarsi col linguaggio del cinema muto, questa è la sfida della sezione giovani. Questa sezione si svolgerà nella prima settimana. Le adesioni al festival dei gruppi giovani saranno effettuate già quest’anno attraverso bando pubblico (allegato 1). I sei gruppi giovani in concorso saranno selezionati su quaranta da una giuria di esperti nei giorni 8 e 9 giugno presso la Biblioteca di Viale Europa ad Aosta. Il premio per il primo classificato consiste in una somma in denaro che il vincitore non incasserà direttamente. Il valore infatti di detta somma sarà impiegata dalla Direzione artistica per pagare il cachet del gruppo vincitore che, in quanto tale, ripresenterà lo stesso spettacolo altre tre volte in altre sedi (locali, club, altri festival italiani). Lo stesso vale per il secondo classificato che però ripeterà lo spettacolo una sola volta. Il terzo classificato riceverà un riconoscimento e potrà ripresentarsi al Festival l’anno seguente senza partecipare alle selezioni. Il bando è stato spedito a 1100 soggetti tra Informagiovani, Istituti Musicali, Conservatori e Scuole di Jazz ed è aperto a tutti i musicisti fino a 35 anni.
Sezione Big
Se la sezione giovani vuole fungere da spazio promozionale per i musicisti che vogliono dedicarsi alla musica da film, la sezione big ha la necessità di rispondere in maniera significativa alle esigenze di qualità e originalità che il pubblico manifesta in maniera sempre più evidente. Naturalmente il festival, essendo nascituro, non può contare su fama e notorietà, quindi non verrà redatto un bando, ma i quattro gruppi musicali big, saranno scelti dalla Direzione Artistica. In un futuro speriamo di poter contattare i musicisti big con un bando simile a quello della sezione giovani.
Finora hanno confermato la loro presenza:
· Il quintetto di Louis Sclavis, autore di una colonna sonora originale per il film Dans la Nuit di Charles Vanel e compositore/esecutore della colonna sonora del film “Kadosh” di Amos Gitai. La colonna sonora di “Dans la Nuit” è stata registrata e prodotta di recente da ECM.
· Il trio del trombonista americano Glenn Ferris (trombonista, tra gli altri, di Frank Zappa)
· Il pianista croato Bojan Zurfikarpavic, pianista del quintetto azzurro di Henry Texier.
E’ impensabile, allo stato attuale delle cose, ipotizzare una tournée simile a quella dei giovani per la sezione big. Verosimilmente, per quest’anno il vincitore riceverà un riconoscimento formale, ma per le prossime edizioni abbiamo pensato a sviluppi legati al restauro e alla commercializzazione del film muto. (vedi sviluppi futuri)
La giuria
Al momento la giuria è composta dalle seguenti personalità:
Il critico musicale del Manifesto e musica jazz Guido Michelone
Il critico cinematografico Alberto Crespi
Il professor Francesco Ballo dell’Accademia di Brera di Milano.
Il compositore Nicola Piovani (da confermare)
I sostenitori del festival
Al momento il festival è sostenuto dagli assessorati alla Cultura e al Turismo della Città di Aosta e dalla Cogne Acciai Speciali. Il Ministero dello Spettacolo ha inoltre espresso il suo interessamento nei confronti dell’iniziativa. Sono state inoltrate richieste di patrocinio a: Telecom Italia, Fondazione CRT, Apple Italia, Acque di Courmayeur.
La diffusione dei concerti
I concerti del festival saranno trasmessi da Radio Tre con collegamenti e dirette. (Programmazione di Francesco Spagnolo). Inoltre ci saranno collegamenti con la trasmissione Hollywood Party condotta da Alberto Crespi.
Gli Sviluppi futuri
Il DVD
Nella sua idealità il progetto prevede un congruo premio anche per i Big che vorranno partecipare al festival. L’idea di un premio in denaro ci sembra sinceramente poco stimolante, e così abbiamo pensato ad una soluzione che potrebbe risultare vincente su più fronti. L’idea, nella sua totalità è la seguente:
· Individuazione di un film che necessiti di interventi di restauro di comune accordo con la cineteca di Bologna
· Restauro del film e creazione di master digitale
· Attribuzione, al vincitore della sezione big, del premio consistente in una commessa per la creazione e la registrazione di una colonna sonora originale del film in questione.
· Registrazione e editing del Dvd contenente il film restaurato con colonna sonora originale
· Presentazione ufficiale del Dvd al festival dell’anno seguente
· Commercializzazione del prodotto
Grazie ad una adeguata distribuzione di questi prodotti - che potrebbero trovarsi sia sugli scaffali del Home Video sia nella sezione dei CD musicali (doppio pubblico) – si potrebbe trovare la giusta via per un autofinanziamento del Festival che potrebbe, con l’andar del tempo, iniziare a funzionare, almeno in parte, con risorse proprie.
Stages
Nel progetto originale abbiamo previsto anche la creazione di uno spazio mattutino dedicato alla formazione. Un musicista professionista di fama o un compositore specializzato nella sonorizzazione dei film, terrà dei corsi specifici sulla relazione musica-cinema a musicisti con la seria intenzione di dedicarsi professionalmente alla musica per film. Anche questo appuntamento, con l’andare del tempo, potrebbe assumere un’importanza fondamentale fungendo il Festival da momento di incontro tra registi in cerca di compositori e viceversa.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.