Comunicato Stampa: Distorsonie 2002

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


19-21 Aprile 02 Bologna
Distorsonie 2002 VII edizione
Festival internazionale di musica elettronica eclettica
Finali del primo MP3 dee jay contest.

Link associated-Futurmusic@Futurshow 3002– Chalet dei Giardini Margherita-Cassero

Distorsione compie quest'anno sette anni e per l'occasione fa le cose in grande.
Dal 1995 si è imposto nel panorama italiano come l'unica mappa affidabile di ciò che accade nel mondo composito dell'elettronica e, dalla scorsa edizione, ha portato gli spazi del Link di via Fioravanti 14 a ricoprire la funzione di incontro annuale transnazionale fra le diverse realtà produttive e distributive: etichette, artisti, piattaforme on line, media cartacei e digitali.
Distorsonie 2002 avrà l'eclettismo come tema dominante e l'obbiettivo di rappresentare l'effettivo spessore del fenomeno “musica elettronica”, troppo spesso accostato al binomio ballo/”sballo”.

Anche quest'anno viene rinnovata la collaborazione con la manifestazione fieristica Futurshow (18-22 aprile); un rapporto consolidato che in questa occasione si arricchisce di Futurmusic, la nuova sezione di cui H-uge è stata co-ideatrice assieme a Gruppo Sabatini, dedicata al rapporto tra le nuove tecnologie e la musica. Futurmusic sarà l'appendice diurna del festival e ne amplierà di molto i contenuti: qui si entrerà in contatto diretto con il presente dell'elettronica, attraverso i workshop tematici curati da Red Bull HomeGroove Music Academy, ma allo stesso tempo si dialogherà con la storia grazie alla galleria degli strumenti e alla presenza dei suoi personaggi più significativi, per arrivare poi ad aprire le porte sul futuro con la presentazione dei nuovi formati per la produzione e per la distribuzione digitali.
La crescita di Distorsonie, sia nel numero di artisti che nel gradimento del pubblico (15.000 persone nelle 4 giornate della scorsa edizione) è stata esponenziale alla crescita della musica elettronica come fenomeno culturale e di mercato; di questa crescita Distorsonie è stato uno dei motori principali, contribuendo all'elezione di Bologna quale capitale italiana del suono alternativo.
Quest'anno il festival si strutturerà su tre giornate e in diversi luoghi “aggregativi” di Bologna, nei quali si proporranno una serie di artisti in dj set, live act e nuovi net-act, realizzati tramite l'utilizzo attivo di internet tra cui le finali del primo Mp3 dee jay contest nazionale, le cui fasi eliminatorie si terranno nei pomeriggi dal 18 al 22 aprile all'interno di Futurmusic: il primo contest per dj che utilizzano come strumento musicale il pc e i file in mp3.
Il festival verrà trasmesso in diretta radio sulle frequenze e sul sito di Radio k centrale (www.radiokcentrale.it) che con un web-ring tematico sulla musica elettronica, sarà collegata in streaming via internet con altre radio on line sparse per il pianeta.

Distorsonie 02 line up
La line up degli artisti presenti vede la partecipazione dei migliori progetti della Link Muzik record ed alcuni tra i più rappresentativi artisti italiani della scena elettronica: Nature rec e Plasmek, Xplosiva, Soundplant, Betulla, Detone, Resonant, Eclat duo deep e micro house, gli Enfantroniques della scuderia Suiteque, uno show case della Irma record, mentre la Minus Habens sta definendo la sua partecipazione con il progetto Vision of excess di Paul Browse, ex-ClockDva.

Ospiti ”d'onore” confermati: il re dell'electro tedesca, Antony Rother (venerdì 19 aprile), produttore degli ultimi album di Sven Vath e di Karl Bartos (Kraftwerk), Robert Hood (sabato 20), co-fondatore degli U.R. (underground resistance) e quindi creatore della techno made in Detroit, e per finire la sorpresa mondiale dell'anno 2001, Green Velvet (sabato 20) in un live set, a rappresentare la controparte house-glam di Chicago.

Venerdì 19
La serie di eventi del venerdì sarà indirizzata ad aprire un ponte tra passato e tendenze future; ruoterà infatti attorno al fenomeno dell'electro, ovvero alle atmosfere vintage debitrici agli anni 80, ma che oggi rappresentano il suono postmoderno per eccellenza. Si avrà ad esempio l'esibizione di Blaine Reininger leader con Steven Brown dei Tuxedomoon, che con Max Durante presenterà dal vivo estratti dal nuovo disco in uscita per la Gigolò rec. di Dj Hell e il DVD del backstage della sua realizzazione, oltre a tutti i video e le pellicole ”storiche” curate dal regista bolognese Roberto Nanni.
Contemporaneamente, nelle altre sale, un gradito ritorno dopo tre edizioni sarà quello di IF live (autore di Deen Haag –NL, della hit “ Space Invaders Smoking Grass”) accompagnato da Dj Overdose, anch'esso della Vielexx record, uno dei migliori selezionatori della scena electro olandese. Sempre al venerdì si attende il clone di Sabrina Salerno, Sabryna, accompagnata dai Cervo Boys che suoneranno la strabiliante versione electro della celebre hit Boys, contenuta nel loro Porteghetto EP.


Sabato 20
Il sabato invece sarà sicuramente “on stage” Vladislav Delay, con lo pseudonimo Luomo, l'ennesimo genio finlandese in veste experimental –house. Da segnalare Marco Lenzi label manager della rinomata etichetta italo-inglese Molecular facente capo alla casa madre londinese Eukatech. Altrettanto coinvolgenti e d'impatto saranno Cristoph Fringeli alias Praxis, e l'italiano estremo Balli 333 a cui faranno d'apertura l'assoluta Fra Utek ed i elettrorumoristi Modron che da Ancona stampano per varie etichette, tra cui la Zero Music Hard record di Lugano, la Hands Productions di Dortmund (Germania) e la Unit/PBR label di Alameda (California) con lo pseudonimo di H.P.P.
Debuttano al festival due progetti live made in Italy: Cinebrivido e Retina.it, rappresentanti della scena napoletana sperimentale, i primi in uscita per Nature rec. e i secondi licenziati dalla Hefty di Chicago. Confermata la presenza di Mixmaster Morris e in via di definizione quella di Pete Lawrence, il creatore della Big Chill, organizzazione degli omonimi happening musicali, a Distorsonie nella loro usuale veste di performers, ma anche di relatori, interverranno infatti al workshop tematico riguardante i rapporti tra la musica elettronica e l'evoluzione tecnologica applicata alle strumentazioni musicali, realizzato da H-uge in collaborazione con Red Bull HomeGroove.


Domenica 21
Domenica pomeriggio il festival prosegue con la festa-rinfresco prevista nel ”bucolico” chalet dei Giardini Margherita, dove tra il verde ed i laghetti dei giardini pubblici di Bologna, si potrà assistere alle selezioni musicali del Big Chill sound system (Pete Lawrence e Mix master Morris) e dei selezionatori della Notte vidal. E' previsto anche un incontro in cui si farà il punto sul nomadismo connesso al ballo e agli spostamenti legati ad eventi e luoghi musicali, un dibattito intitolato “sulle rotte dei giradischi” coordinato da Pierfrancesco Pacoda, a cui interverranno, tra gli altri, gli organizzatori del Sonar di Barcelona e Pete Lawrence, oltre a Thierry 4A dell'omonima agenzia di organizzazione di viaggi esclusivamente cultural-musicali www.voyage4a.com.
Dalle h. 22.00, per la parte serale-notturna, Distorsonie avrà l'epilogo presso la nuova sede del Cassero la Salara di via Don Minzoni, dove dj Ninfa aprirà le danze, e a cui seguirà il concerto dei Clan greco con presentazione del nuovo LP, il set di FranK S. e, a chiusura del festival, Lele Sacchi, label manager dell'ottima Soudplant record., dj residente e co-organizzatore di Jetlag, il venerdì notte house dei Magazzini Generali di Milano.


Iniziative on side al Link

Workshop : Red Bull HomeGroove Music Academy
All'interno di Distorsonie 2002 è previsto un workshop di alfabetizzazione alla musica elettronica tenuto da artisti di fama mondiale appartenenti al circuito HomeGroove Red Bull Music Academy; al workshop parteciperanno 10 giovani produttori di musica elettronica provenienti dall'Emilia-Romagna, selezionati dalla direzione del festival unitamente ad associazioni regionali del settore. Il workshop si svolgerà durante le quattro giornate del Futurshow in uno spazio dedicato all'interno dell'area Futurmusic. Gli incontri si svolgeranno nel pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30, ed avranno una prosecuzione serale “colloquiale” nelle giornate di venerdì 19 e sabato 20 dalle 21.30 alle 23.30 al Link.
Gli incontri si avvarranno dell'utilizzo di strumenti musicali di vario tipo, di apparecchiature audiovisive ed informatiche, che coinvolgeranno i presenti nella sperimentazione del ”fare musica” mediante le tecniche e gli infiniti percorsi sonori determinati dalla tecnologia contemporanea. Questo approccio tecnico esecutivo sarà accompagnato da una parte teorica in forma colloquial-discorsiva, dedicata alla storia della musica elettronica con ascolti e visioni di documenti sonori e visivi esemplificativi. Un excursus globale attraverso i suoi principali protagonisti, attraverso le produzioni nella sua evoluzione e differenziazione in periodi e stili sia in rapporto all'evoluzione tecnologica delle strumentazioni musicali che alla comunicazione.

Red Bull HomeGroove (www.redbullhomegroove.it)
è un progetto rivolto ai giovani DJ italiani ed offre loro l'opportunità di entrare in contatto con un network di DJ, club e persone che lavorano per una sola passione: la musica dance. HomeGroove nasce per affiancare il progetto www.redbullmusicacademy.com che ha l'obiettivo di selezionare le giovani promesse del DJing internazionale per farle partecipare ad un workshop di 15 giorni tenuto dai migliori rappresentanti della scena dance mondiale. Con Red Bull HomeGroove la straordinaria esperienza dell'Academy entra nella vita reale e nei luoghi dove si svolge. I DJ selezionati potranno trasformare la propria passione per la musica anche in un lavoro: suonare agli eventi HomeGroove.

Flyers Exibition
Esposizione di volantini e biglietti pubblicitari riguardanti eventi legati alla scena dance elettronica italiana dai primi anni 90 ad oggi a cura di Paolo Gabrielli e Nicola Bonandrini.
La mostra avrà un estensione digitale sui siti ww.h-uge.org e www.linkassociated.org

Distorsonie abstract ed online cd
Nell'H-uge record storage, dispensa discografica on line, dove sono conservati i files MP3 dei musicisti e delle etichette discografiche partecipanti a Distorsonie, si realizzerà, in collaborazione con Mistophonico lab, una compilazione del festival completamente “downloadabile” gratuitamente sul sito www.h-uge.org area music (in costruzione) se scaricata in versione abstract, mentre su ordinazione in versione completa in formato CDR a registrazione limitata (500 esemplari) con spedizione e pagamento in contrassegno.
Il cd compilation raggrupperà tutti gli artisti presenti alla manifestazione. Una miscela dei differenti stili - pop elettronico, new school, deep house, downtempo, electro, techno, che dimostri l'ottimo stato di salute della produzione elettronica nazionale e ribadisca la centralità del Link come centro nevralgico, non solo della distribuzione di eventi di artisti stranieri, ma anche luogo di produzione di prodotti musicali finalmente di livello internazionale

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.