Si riformano le Throwing Muses

Le Throwing Muses si sono riformate. Il gruppo USA di Kristin Hersh ha registrato un nuovo album per la 4AD, la loro “storica” etichetta; il disco è in fase di mixaggio e potrebbe uscire prima della prossima estate. Le Muses (o "i" Muses? L’interrogativo regnò sovrano, circa 17 anni fa) furono tra le maggiori college band degli anni Ottanta. Il gruppo venne assemblato nel 1983 dalla Hersh e dalla sua sorellastra Tanya Donelly, quest’ultima poi confluita nei Breeders e Belly. Nel 1986 pubblicarono il loro album d’esordio su 4AD, prima formazione a stelle e strisce ad essere accolta sulla –fino ad allora- crepuscolare label. Con formazione rimaneggiata, i Muses pubblicarono “Limbo” nel ’96, poi sparirono dalla circolazione. La Hersh si rivolse alla carriera solista. Nella primavera 2000 vi fu una mezza reunion, poi di nuovo l’inattività. Forse ora il ritorno vero e proprio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.