Cat Stevens/Yusuf Islam torna alla musica

Cat Stevens/Yusuf Islam torna alla musica
"It's not time to make a change..." e invece, si direbbe di sì: il ritorno su disco di Cat Stevens è il risultato di un cambio di rotta: Yusuf Islam, come si fa chiamare da 20 anni, ce l'ha ancora a morte (letteralmente) con Salman Rushdie, ma non più con la musica, che gli ha dato fama imperitura. L'autore di "Father and son" ha spiegato alla rivista musulmana "Q news" che "la tragedia della Bosnia gli ha suggerito una rivalutazione della visione della musica e del suo ruolo nella vita sociopolitica dell'Islam". Di qui la decisione di rompere il silenzio musicale impostogli dall'islamismo più ortodosso e partecipare alla produzione di un cd con un gruppo di artisti bosniaci emergenti. Il vecchio Yusuf non si limita a cantare, ma in un brano si accompagna con un synth, macchina satanica per gli integralisti. Un riavvicinamento di Cat Stevens alla musica, abbandonata nel momento della conversione, nel 1977, era già avvenuto con "Life of the prophet": un disco di letture del Corano che comprendeva un brano cantato. Un buon motivo è probabilmente dato dal fatto che Stevens è alla ricerca di fondi per la scuola islamica da lui fondata nel 1983 a Londra. In ogni caso, ultimamente il mondo islamico rivela (un po' come il Vaticano) una certa apertura verso il rock: il direttore di "Q news", ad esempio, lo ritiene "un'arma culturale di cui abbiamo disperato bisogno per rafforzare e proteggere noi stessi e la religione". Gli integralisti sostengono che la musica (e non ci sentiamo di dare loro torto) è in grado di liberare emozioni che sono il sostituto di una vera esperienza religiosa: solo Dio, secondo loro, ha il diritto di scuotere l'anima umana. E' vero però che in questo periodo le radio dei paesi islamici faticano ad arginare le richieste di brani delle Spice Girls. Tanto vale, allora, dare il via a una "guerra santa".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.