En travesti: Burns dei Dead Or Alive sul ‘Sunday Times’

Una sulfurea presenza si aggira tra le pagine del “Sunday Times”. Alle pagine 4 e 5 di “Style”, decimo ed ultimo supplemento dell’edizione domenicale del “Times” di Londra, un’inquietante foto ritrae un irriconoscibile Pete Burns, leader dei Dead Or Alive, gruppo che negli ultimi anni è stato ritenuto più morto che vivo. Corpo atletico, palestrato, scolpito, da macho. Unghie laccate. Stivaletti. Collier alto una spanna. Lunghi capelli. Trucco pesante. Striature da zebra gli attraversano il corpo. Nudo, ad eccezione di una sorta di criniera che gli copre appena l’attributo. E’ veramente lui, Burns, l’uomo del quale Rockol scrisse per l’ultima volta il 26 ottobre 2000? Sì. Ma che ci fa sul domenicale che vende quasi un milione e mezzo di copie? Il cantante, intervistato nella sua abitazione londinese da Simon Mills, parla della sua esperienza televisiva, ovvero quando è recentemente apparso allo show “Never mind the Buzzcocks”. Confessa quindi d’essere diventato un fanatico dello sport (pesi, corsa, kick-boxing), attraverso il quale modella e rimodella il proprio corpo. Forse più interessante sapere, per coloro i quali ancora si ricordano del suo successone “You spin me round” degli anni Ottanta, che Burns afferma che i Dead non sono morti, e che anzi in Giappone sono una specie di gruppo di culto. Tra qualche mese uscirà addirittura un loro nuovo album, “Fragile”, una compilation con loro brani remixati. Che sia proprio lo stesso disco di cui si parlò nel 2000?
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.