Elton John denuncia il 'Times'

Elton John denuncia il 'Times'

Elton John, fresco di rinnovata polemica con Madonna, che ha recentemente definito "spogliarellista da baraccone", ha denunciato il "Times". Prima del quotidiano londinese fondato nel 1785, e che alle ultime elezioni nazionali ha appoggiato i Conservatori, Sir Elton aveva denunciato il "Sun". In quest'ultimo caso, avvenuto nel 1987, il cantante aveva avuto la meglio sul potente tabloid in quanto aveva dimostrato che il giornale si era interamente inventato l'articolo col quale l'aveva accusato di pagare dei minorenni gay; alla fine John, oltre alle scuse del "Sun", si era portato a casa anche 1 milione di sterline con grande scorno dell'allora direttore Kelvin MacKenzie. Ma cosa è successo col ben più mite "Times"? Lo scorso 21 giugno il giornale ha pubblicato un servizio in cui si lasciava intendere che John sarebbe stato implicato in un giochetto per evitare di pagare le tasse. Il giorno dopo il quotidiano già pubblicava una correzione in cui si affermava che l'uomo indicato come principale consigliere di John per il trucco, in realtà con aveva mai lavorato per l'artista. Poi, in luglio, un'altra correzione. L'affermazione del "Times", insomma, faceva acqua da tutte le parti. Le correzioni non sono però parse sufficienti al cantante, ferito nel suo orgoglio di grande raccoglitore di fondi benefici. Sir Elton peraltro gestisce la Elton John Aids Foundation, ente che dal 1992 si basa sulle elargizioni. Gli avvocati del pianista di Pinner sostengono che




Contenuto non disponibile




 

 il pezzo del "Times" è stato lesivo e diffamatorio. Le due parti, a meno che non venga raggiunto un accordo extragiudiziale, probabilmente si vedranno in tribunale.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.