Nick dei Backstreet Boys va in comunità

Nick Carter dei Backstreet Boys ha accettato una serie di misure che, se verranno da lui eseguite con correttezza, porterà la polizia ad archiviare il procedimento legale attualmente pendente nei suoi confronti. Come si ricorderà, lo scorso 2 gennaio il cantante dei BSB si era rifiutato di lasciare un locale notturno di Tampa, Florida, nonostante un poliziotto glielo avesse intimato “almeno dieci volte”. Secondo alcune fonti, Nick aveva bevuto. Secondo Nick, che venne ammanettato, denunciato ma non portato in prigione, la polizia agì così a causa della sua celebrità. Ora, per non affrontare un imbarazzante processo, Carter ha detto “sì” ad un programma “di riabilitazione” che comprende parecchie ore di servizio gratuito in una comunità della zona di Tampa. Il biondino dovrà anche pagare una multa.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.