Mosca, al via il processo alle Pussy Riot

Mosca, al via il processo alle Pussy Riot

E' iniziato oggi a Mosca il processo alla punk band femminile delle Pussy Riot, le cui tre componenti Nadezhda Tolokonnikova, Marija Alekhina e Yekaterina Samutsevich si trovano in stato di arresto dallo scorso 21 febbraio quando, sul sagrato della cattedrale di Cristo Salvatore, nella capitale russa, misero in scena la loro "preghiera anti-governativa" "Holy shit", il cui verso "Oh Madonna, liberaci da Putin" gli costò l'accusa di vandalismo aggravato (alla quale si aggiunse quella per blasfemia - poi non accolta dal tribunale - rivolta al gruppo da parte della comunità ortodossa): Le musiciste, nel corso della seduta, si sono scusate con la corte, pur rigettando l'accusa di vandalismo: "E' stato eticamente un errore quello di portare una 'preghiera punk' in una chiesa, ma non pensavamo fosse offensivo", si sono giustificate le tre (due delle quali madri di figli piccoli) in un comunicato letto dal collegio difensivo.

Se i capi le Pussy Riot dovessero venire giudicate colpevoli del capo d'accusa ascrittogli, la Tolokonnikova, la Alekhina e la Samutsevich rischierebbero una pena fino a sette anni di carcere: per il momento, i giudici del tribunale dell'ex capitale sovietica si sono limitati a proroga la loro detenzione per altri sei mesi, fino al prossimo mese di gennaio.

A sostegno della band, nelle scorse settimane, si espressero nomi di punta della scena rock mondiale, come - tra gli altri - Sting, Red Hot Chili Peppers e Franz Ferdinand, oltre che ad una nutrita rappresentanza di artisti russi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.