Comunicato stampa: 1 e 2 febbraio per Emergency

Comunicato stampa: 1 e 2 febbraio per Emergency
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

LIVELLO 57
(Sub Stalingrado – Bologna)
presenta
1 e 2 febbraio per EMERGENCY:
Venerdì 1 febbraio
ore 21.00 - proiezione del film JUNG nella terra dei mujaheddin di Fabrizio Lazzaretti e Alberto Vendemmiati.
Diapositive
Nicola Zanini (Emergency Bologna)
Banda Roncati
Sabato 2 febbraio
ore 22.30 Marlene Kuntz in concerto
In entrambe le serate Emergency, dove e perché – mostra fotografica
A Bologna una due giorni organizzata da Livello 57 e Emergency – Bologna per raccontare l’imponente progetto umanitario, di assistenza e di soccorso sanitario che sta svolgendo Emergency.
L’intero incasso della serata sarà devoluto per sostenere la sua azione.
Ruanda, Kurdistan iracheno, Cambogia e Afghanistan: 7 ospedali e 25 posti di pronto soccorso; migliaia di interventi chirurgici, decine di migliaia di EMERGENCY pazienti assistiti ambulatorialmente. Queste, in sintesi, sono state le attività di nei suoi primi sette anni di vita. A queste attività si affiancano anche quelle di sensibilizzazione e di informazione che EMERGENCY svolge in Italia.
Si parte Venerdì 1 febbraio alle ore 21.00 con la proiezione del film, girato in Afghanistan, JUNG nella terra dei mujaheddin di Fabrizio Lazzaretti e Alberto Vendemmiati, che racconta la costruzione di un ospedale nella Valle del Panshir. Suoi protagonisti Gino Strada ed Ettore Mo, inviato speciale del Corriere della Sera.
La serata prosegue con la proiezione di diapositive e l’intervento di Nicola Zanini di Emergency Bologna, cui seguirà un dibattito.
A chiudere, l’esibizione della Banda Roncati.
Sabato 2 febbraio alle 22.30 Marlene Kuntz in concerto
In entrambe le serate, le foto raccolte nella mostra Emergency, dove e perché, allestita per illustrare il dramma dei conflitti moderni: mine antiuomo, i loro effetti devastanti sulla vita e soprattutto sulle persone, l’importanza e i risultati degli interventi di cura e riabilitazione delle vittime.
Per info: www.emergency.it

MEDIAINFORM UFFICIO STAMPA
MARLENE KUNTZ
Nascono musicalmente a Cuneo e sono uno dei gruppi che meglio rappresenta la scena musicale rock italiana.
Partiti dalla provincia di Cuneo con uno stile simile a quello dei Sonic Youth e parole che sembrano uscite da un libro di poesia, hanno raggiunto in pochi anni una grandissima notorietà all’interno del circuito underground, legato soprattutto ai centri sociali e ai piccoli locali.
Nel ’94 incidono per il neonato Consorzio Suonatori Indipendenti il loro primo album, Catartica che contiene “perle sonore” di straniante intensità, come sonica e Nuotando nell’aria.
Nel ’96 arriva Il Vile, la consacrazione: lo stile diventa più personale, e i Marlene si vedono catapultati in uno status di band di culto.
Il 1999 tocca a Ho Ucciso Paranoia confermare tale ruolo, e il risultato è assicurato, come dimostra il tour trionfale che lo ha seguito. L’album è uscito in doppia versione: la seconda edizione consta di un bonus cd chiamato Spore (si tratta in pratica di vari outtakes strumentali di stampo rumorista).
Tra gli ultimi due dischi esce anche il minialbum Come di Sdegno contenente alcune canzoni inedite e remix.
Sempre nel ’99 è stato pubblicato il loro primo live H.U.P. – Live in Catharsis, che nel titolo richiama i titoli dei tre album di studio. Anche il live esiste in doppia versione, alla seconda delle quali è allegato un cd-rom con tutti i video prodotti dalla band.
A fine 2000 pubblicano il loro primo album per una major, la Virgin. Si intitola Che Cosa Vedi.
Uno dei singoli estratti, La Canzone Che Scrivo Per Te, è uno struggente duetto fra Cristiano Godano e Skin. L’aggressiva frontwoman degli ormai disciolti Skunk Anansie. Il brano riesce a far uscire i quattro piemontesi dall’aura di culto alla quale si accennava sopra.
Nel 2001 esce una specie di gemello di Come Di Sdegno: si chiama Corneta e raccoglie materiale uscito come b-side dei singoli o pubblicato solo sulla versione in vinile di Che Cosa Vedi, oltre ad un paio di canzoni live.
Dall'archivio di Rockol - Sapore di miele (#NoFilter)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.