Torna Chuck E. Weiss, l’amico di Tom Waits

L’ultima volta ci siamo occupati di lui il 18 novembre 1998. Poi, dopo la pubblicazione del suo secondo album, “Extremely cool”, prodotto dal vecchio amico Tom Waits, effettivamente di Chuck E. Weiss non si è saputo più molto. Ma ora l’eccentrico musicista è pronto al ritorno. Il suo terzo disco s’intitola “Old souls & wolf tickets” e verrà pubblicato dalla Rykodisc il prossimo 22 gennaio. Il disco, che contiene quattordici composizioni, è stato prodotto dallo stesso Weiss con l’aiuto di John Heron e Tony Gilkyson. Stavolta niente Waits nei paraggi, anche se chi l’ha già ascoltato riferisce che le atmosfere del disco assomiglino piuttosto notevolmente a quelle dell’obliquo crooner. Tra i brani finiti sull’album sono da annoverare “Jolie’s nightmare” e “Tony did the boogie woogie”. Weiss faceva parte dell’anello di musicisti che, a fine anni Settanta, girava attorno al Tropicana di Los Angeles; venne immortalato nel ’79 da una bella canzone di Rickie Lee Jones, “Chuck E.’s in love”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.