Moby condanna la guerra

Moby condanna la guerra
Ancora una volta Moby, dopo le dure parole spese in occasione degli attentati alle Twin Towers l'11 di settembre (vedi news), si è mobilitato contro la guerra: non fisicamente, ma a parole. Sul sito ufficiale dell'artista newyorchese all'indirizzo www.moby-online.com è infatti riportato un aspro commento nei confronti della tragica situazione del Medio Oriente: “Tre palestinesi kamikaze in sole ventiquattro ore? Che si fottano. Stanno solo uccidendo persone innocenti. Non mi interessano i giochi politici”, si legge sul diario dell'artista di “Play”. “Il fanatismo religioso diventa ogni giorno sempre più pericoloso. Se vuoi essere fanatico, d'accordo, tieniti il tuo fanatismo e smettila di uccidere gente innocente”, ha continuato Moby.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.