In 800.000 alla 'Love Parade' di Berlino

Si è svolta ieri a Berlino la Love Parade, annuale marcia dei discotecari di tutta Europa.

Per l'intero pomeriggio, al ritmo indemoniato della techno e della disco, circa 800.000 (un milione secondo gli organizzatori), hanno sfilato danzando seminudi, dipinti, tatuati o vestiti in modo approssimativo per le vie della capitale tedesca trasformandola in un'enorme sala da ballo itinerante. 250 i DJ's impegnati a insonorizzare le strade e 45 i carri-discoteca che hanno accompagnato l'enorme rave party fra nudità, droga e feriti (circa 300, 30 dei quali ricoverati in ospedale. Si registra anche qui la morte di un giovane, come a Genova. Il ragazzo deceduto a Berlino, un ventenne austriaco in stato di ubriachezza, è stato travolto da un treno. A Genova, per il G8, erano in 150.000 ma, problemi di sicurezza a parte, erano lì perchè avevano qualcosa di importante da dire e a cui pensare. (Fonte: Corriere della Sera) .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.