E’ morta Linda McCartney

Venerdì 17 aprile, a Santa Barbara, in California, Linda McCartney è morta di cancro. La notizia è stata comunicata oggi da un portavoce della famiglia. Linda aveva 56 anni (era nata il 24 settembre del 1942), e da tempo era ammalata di cancro. Al momento della morte, il marito e i figli erano con lei.
Linda Eastman - questo il suo cognome da ragazza - aveva quattro figli: Heather (nata nel 1963 dal primo matrimonio di Linda, col geologo John See), Mary (1969), Stella (1971) e James Louis (1977), nati dal matrimonio con Paul McCartney, avvenuto il 12 marzo 1969.
Linda Eastman, figlia di un avvocato specializzato nell’assistenza legale a personaggi del mondo dello spettacolo, era cresciuta frequentando attori e musicisti famosi. Dopo il divorzio da See, aveva studiato fotografia, e si era poi specializzata nel ritrarre cantanti e musicisti. Proprio in un’occasione di lavoro aveva conosciuto il Beatle Paul McCartney: il primo incontro fra i due era avvenuto nel 1967, a Londra, al Bag O’Nails Club.
Dopo il matrimonio con Paul, Linda era diventata sua partner anche professionalmente: aveva infatti militato, come corista e tastierista, negli Wings, il gruppo fondato da Paul nel 1971. Linda McCartney è accreditata anche come coautrice di parecchie canzoni di Paul: la prima in ordine cronologico è “Another day”, uscita su singolo nel 1971. Come cantante, aveva interpretato “Seaside woman”, uscito nel 1979 sotto lo pseudonimo di Suzy and the Red Stripes. Delle numerose canzoni che il marito le ha dedicato, la prima è “The lovely Linda”, primo brano del primo album da solista di Paul (“McCartney”, 1970).
A Linda era stato diagnosticato nel 1995 un cancro al seno; le terapie sembravano avere avuto successo, ma lo scorso mese si era scoperto che anche il fegato era stato colpito da metastasi. Un portavoce di McCartney ha dichiarato fra l’altro: “Per fortuna, la morte è sopraggiunta rapidamente, e apparentemente senza sofferenze”.
Il marito e i figli hanno chiesto di poter rimanere tranquilli nel proprio dolore, e McCartney ha fatto sapere che rilascerà una dichiarazione fra qualche giorno. Ha anche chiesto che anziché inviare fiori, siano effettuate donazioni a favore delle ricerche sul cancro, o delle associazioni animalistiche: oppure “di diventare vegetariani” (Linda, convinta vegetariana, aveva anche avviato una linea di prodotti alimentari).
L’addetto stampa di McCartney, Geoff Baker, ha fra l’altro ricordato che “nei quasi trent’anni di matrimonio, Linda e Paul non avevano quasi mai trascorso la notte separati”, e ha lanciato un appello - “professionale, ma anche privato” - affinché la stampa e i media siano rispettosi del dolore dei familiari”.
A Paul McCartney e ai figli le condoglianze di Rockol.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.