L’annegamento a casa di Tommy Lee è ufficialmente un incidente

La polizia di Los Angeles ha archiviato come “incidente” la morte, avvenuta a casa di Tommy Lee, del bimbo di 4 anni trovato nella piscina del musicista. Rockol aveva dato la notizia nel primo pomeriggio della scorsa domenica, ma la ricostruzione era ancora frammentaria. Oggi si è saputo che il caso è già stato chiuso: annegamento accidentale. Il bambino è stato identificato come Daniel Karven Veres ed era figlio di un produttore televisivo invitato da Tommy Lee, nella sua villa di Malibu, per la festa di compleanno di suo figlio. E’ stato lo stesso ex Motley Crue ha chiamare l’ambulanza, ma per il piccolo non c’era più nulla da fare. “Tommy Lee è sconvolto e non intende commentare la vicenda”, ha detto la sua addetta stampa, Beth Katz.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.