Battiato: perché a Sanremo

Battiato: perché a Sanremo
Su "La Stampa", interessante intervista a Franco Battiato, che spiega a Marinella Venegoni le ragioni della propria presenza al Festival di Sanremo. «"Da anni ci si chiede come mai i cantautori non vanno al Festival. Se non ci vai ti chiedono perché non ci vai; se ci vai, c'è un altro perché. Non mi crea nessun problema, è una cosa naturale; in gara forse non andrei: di prendere il pubblico in un solo attimo non me ne frega niente".
Mai stato a Sanremo?
"Una volta sola, a trovare degli amici, e ho dei ricordi non belli. Fu il '67, quando Tenco si uccise".
E' vero che agli ospiti musicali la Rai dà un sacco di quattrini, 150 milioni, come a Gorbaciov?
"Sono cifre che servono allo spettacolo, non al cantante. Con me, per 3 canzoni, ci sono in scena una trentina di persone".
Perché così tanti?
"Due brani saranno coreografati da Li-Rong-Mei, esperta di wu-shu, pluricampionessa e insegnante della disciplina. Sarà con dieci suoi allievi in ''Shock in my town'', e farà un ''solo'' con la spada per ''Il mantello e la spiga''.
Dove ha beccato Li-Rong-Mei?
"In un programma tv. E' strepitosa: mi piaceva come passava dalla dolcezza alla violenza. Tutte le volte che ho visto degli stages sul tai-chi, mi sono sempre chiesto perché non lo utilizzino".
Sarà travestito come nel video di "Shock in My Town"?
"Nel tour ci saranno 3 o 4 travestimenti, ma a Sanremo indosserò una specie di rigorosa e futuribile divisa, colletto alla coreana".
Ci sarà anche Sgalambro, a Sanremo?
"Tanto vale confessare: sarà una specie di presentatore metafisico. Ci sarà anche Giusto Pio: gli ho chiesto se si sentiva di dirigere l'orchestra, che suonerà insieme con la mia band".
Cosa pensa di tutto l'apparato sanremese?
"Voi nei giornali fareste bene a non fare queste polemiche prima; a noi lettori non ce ne frega niente. Ci vorrebbe il buon gusto di aspettare e vedere che cosa succede".
Importerà ancora a qualcuno delle canzoni?
"Da talmente tanto tempo ci sono papere che bofonchiano... da quando sono arrivate le bellone, l'attenzione è distorta. C'è una storiella: un tipo si trova per strada nella zona magrebina, vede una donna stupenda nel bosco, s'inginocchia, le dice: sei la donna più bella del mondo. E quella gli risponde: ''Ma hai già visto Fatima''? Lui si gira subito: 'Dov'è, dov'è'? La morale è che basta far dei luccichii perché uno si distragga"».
La storia di "Fetus" di Franco Battiato
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.