Hanno clonato Jagger e Richards…

Si chiamano Peter Giaquinto e Jaime Reyes, ed il loro territorio di caccia preferito è Manhattan. Nel cuore di New York i due danno il meglio di sé come trasformisti – e, soprattutto, come impostori. Giaquinto e Reyes si sono spacciati, per ben due mesi di seguito, come i Glimmer Twins del rock, niente meno che Keith Richards e Mick Jagger dei Rolling Stones. A che pro?
Per lo scrocco, si potrebbe sintetizzare: i due falsi divi hanno ricevuto trattamenti speciali ed omaggi da alberghi extra lusso come il Waldorf Astoria, il Mayfair ed il Trump Hotel, ed hanno intascato servizi e privilegi niente meno che da Christie’s (aste) e dalla Ford Modeling Agency, specializzata in modelle ed accompagnatrici. Ora sono accusati dalla magistratura di vari reati, tra cui falsa impersonificazione, possesso illegale di merci e frode. Nessuna novità per Giaquinto: tempo fa "fu" Robin Williams…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.