MacGowan, ex Pogues:

Questo, in sostanza, quanto riferito da Shane MacGowan, indimenticabile leader dei Pogues fin quasi allo scioglimento del gruppo irlandese, in merito al suo primo album solista con i Popes, "The snake" del 1994.

"Quel 'The snake' era un bordello", ha detto Shane durante un'intervista etilica nel suo whiskey bar preferito di Londra, "praticamente era un album rock, atroce. Due o tre belle canzoni, il resto schifezze". I fans italiani che lo comprarono ringraziano sentitamente. Già, perché adesso Shane sta lanciando il suo nuovo lavoro, "Crock of gold", il quale secondo lui è "musica irlandese del Ventesimo secolo. Col primo album dei Pogues abbiamo fatto musica del Diciottesimo secolo, col secondo musica del Diciannovesimo, col terzo siamo arrivati agli anni Cinquanta, poi ancora abbiamo pubblicato un sacco di schifezze, quindi ho pubblicato 'The snake', cioè altra spazzatura, e questo è come se fosse il quarto album. E abbiamo raggiunto gli anni Novanta". Viva la sincerità (un po' tardiva, però.).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.