Jay-Z si dichiara innocente nel suo nuovo video

Jay-Z si dichiara innocente nel suo nuovo video
Jay-Z si prepara ad andare in tribunale il prossimo 21 febbraio, per il suo processo nel quale e’ accusato di aggressione nei confronti di un discografico al Kit Kat Club di New York nel dicembre ’99. Nel frattempo ha deciso di girare un video basato su quella vicenda per il singolo “Guilty until proven innocent” che vede il contributo vocale di R.Kelly.
Jay-Z, sapendo che R.Kelly odia spostarsi di frequente dalla sua base a Chicago, ha deciso di approfittare della presenza del cantante a Los Angeles il prossimo 28 febbraio per i Soul Train Awards, per girare alcune scene del nuovo video.
L’avvocato di Jay-Z, Murray Richman (lo stesso del rapper Shyne), intende chiedere che il processo venga rimandato di un paio di mesi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.