Colpevole la donna che aveva terrorizzato Billie

Con un processo durato meno del previsto, quattro giorni, la donna che aveva minacciato di morte la cantante Billie Piper è stata riconosciuta colpevole. La Blackfriars Crown Court di Londra, accogliendo le tesi dell’accusa, ha però aggiornato il procedimento legale al prossimo 2 marzo per dare modo di svolgere esami psichiatrici sulla colpevole, la 32enne Juliet Peters, evidentemente non in perfetto possesso di tutte le sue qualità intellettive. Tutti i reati si erano verificati tra il 14 ed il 25 agosto dello scorso anno, quando la Peters aveva minacciato Billie con alcune terrificanti telefonate anonime.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.