Grace Slick: "Niente allucinogeni agli uccelli!"

Grace Slick: "Niente allucinogeni agli uccelli!"
Se Jerry Garcia fosse ancora tra noi, avremmo potuto chiedergli un parere in merito. Ma, soli al cospetto di Grace Slick, cantante dei Jefferson Airplane - compagni di acido made in San Francisco dei disciolti Grateful Dead negli anni Sessanta e Settanta - possiamo solo inchinarci al suo giudizio. E lei, ex bellissima del rock al tempo dei Figli dei Fiori, ha scritto al sindaco di New York Rudolph Giuliani per protestare contro l’uso dell’Avitrol, una sostanza chimica adottata contro gli uccelli che a stormi arrecano danni alla Grande Mela. L’effetto devasta la psiche dei volatili, provocando in loro allucinazioni. Grace ha citato la propria "considerevole esperienza sulle droghe allucinogene" ed ha condannato la prassi senza attenuanti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.