Gloria Estefan si racconta su Raiuno

La cantante cubana Gloria Estefan sarà stasera, 28 dicembre, ospite di Massimo Bernardini nel programma “Radici e tradimenti”, alle 23.20 su Raiuno. Il Giorno ha pubblicato oggi alcuni stralci dell’intervista, in cui la musicista parla della sua terra d’origine, del padre oppositore di Fidel Castro e del nuovo album. “Io credo che tutto quello che uno vive segni la musica che fa – ha detto la Estefan -. Certe esperienze hanno sicuramente segnato la mia, nella quale comunque cerco di non affrontare argomenti politici, ma piuttosto di renderla felice, gioiosa, in modo da dare una visione positiva della vita di chi l’ascolta”. “Nel mio repertorio ci sono molti stili – ha proseguito la cantante -: da “Mi tierra”, che cantavo in cucina con mia nonna, fino a canzoni dance più recenti. “Gloria” è totalmente dance e espressione biculturale”. (Fonte: Il Giorno)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.