NEWS   |   Pop/Rock / 02/07/2011

Dopo sette anni torna Johnny Winter

Dopo sette anni torna Johnny Winter

Non si può certo dire che Johnny Winter sia particolarmente prolifico. Il chitarrista e cantante blues statunitense, infatti, non pubblicava un nuovo disco di studio dal 2004 e quello appena annunciato costituisce il suo secondo in quindici anni. La nuova prova del 67enne musicista texano è stata intitolata "Roots" ed è, perlomeno in un certo senso, un avvenimento in quanto mai, nella sua carriera che dura
discograficamente da 42 anni, Johnny aveva accettato l'assistenza di musicisti più giovani di lui. Così, forse per recuperare sul tempo perduto, Winter ha pensato di farne una bella infornata e ha chiamato a sé Sonny Landreth, Vince Gill, Warren Haynes, John Popper, Jimmy Vivino, Derek Trucks, Susan Tedeschi, John Medeski e suo fratello Edgar; quest'ultimo ha 64 anni ed è quindi anagraficamente più giovane di lui.





Contenuto non disponibile








Il successore di "I'm a bluesman" del 2004 -nel 2009 sono uscite due antologie- sarà pubblicato il prossimo 17 settembre ed è stato prodotto da Paul Nelson. Tra i brani sono da annoverare "T-Bone shuffle" di T-Bone Walker, "Done something wrong" di Elmore James e "I believe I'll dust my broom" di uno degli iniziatori del blues, Robert Johnson.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi