Ozzy perde la prima battaglia contro MCY

Ozzy perde la prima battaglia contro MCY
Credits: Screenshot Legend Of Ozzy
Ozzy Osbourne ha perso il primo round della battaglia legale contro la MCY riguardante la messa in onda in pay-per-view dell’Ozzfest su iN DEMAND (vedi News). Il giudice incaricato di seguire la questione ha infatti negato in prima istanza la richiesta di risarcimento di 20 milioni di dollari chiesta da Osbourne. Il vocalist accusava la MCY di aver destinato illecitamente ad una trasmissione a pagamento un video previsto inizialmente solo per il Web.

Mitchell Lamper, portavoce e consigliere generale della MCY si è detto soddisfatto della notizia ed é convinto di vincere tutti i ricorsi futuri.
Il management di Osbourne non ha espresso commenti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.