Baby Spice e il mancato n.1: 'Abbiamo sbagliato qualcosa'

Il mancato primo posto dell’album nelle classifiche britanniche ha provocato un piccolo choc alle Spice Girls. Emma Bunton ha ammesso che le cose non hanno funzionato, e che forse il quartetto avrebbe dovuto fare qualcosa di più per promuovere “Forever”. La meno “esposta” delle componenti del gruppo ha infatti commentato: "E’ vero, i dati sulle vendite non sono buoni come pensavamo, anche se non è che ci tenessimo particolarmente ad essere in testa alle charts. Il fatto è che abbiamo dovuto fare miracoli per mettere d’accordo le nostre agende. Alla fine è giusto che i Westlife abbiano ottenuto il numero 1 in classifica, con tutta la promozione che hanno fatto. Ma non posso credere alle cattiverie che hanno detto su di noi: eravamo amici fino a una settimana fa, o così pensavamo noi. E certamente noi non abbiamo mai detto cose antipatiche di altri colleghi".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.