Puff Daddy regala computer a una scuola di Harlem

Martedì 19 settembre, Puff Daddy si è recato alla Adam Clayton Powell Jr. Academy di Harlem per consegnare più di 100 computer che ha deciso di donare alla scuola di New York. Alla “cerimonia” hanno partecipato più di 500 studenti e i fondatori di hookt.com, Peter Griffith e Chas Walker. Il sito specializzato in hip hop ha contribuito con Sean Combs alla donazione, rafforzando così il suo legame con il rapper che si è impegnato a farsi portavoce del bisogno di superare nelle scuole americane il “divario digitale”. Nonostante i suoi problemi legali, Puff Daddy non ha mai smesso di impegnarsi nel sociale, con particolare attenzione al mondo giovanile: tra le varie iniziative ricordiamo la sua Daddy’s House, una struttura che aiuta i ragazzi nell’organizzare le loro attività extra-scolastiche, con campi estivi e vari altri programmi durante tutto l’anno.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.