Otto lavoratori africani querelano Madonna

Otto lavoratori africani querelano Madonna

Otto lavoratori africani che erano stati impiegati dalla Raising Malawi, l'ente benefico di Madonna, hanno querelato la cantante per licenziamento senza giusta causa e mancati pagamenti. I lavoratori, attraverso il loro avvocato Mzondi Chirambo, riferiscono inoltre d'essere stati costretti a firmare un documento definito discriminatorio. Raising Malawi sta costruendo una scuola femminile nei pressi della capitale malawiana, Lilongwe, ma i lavori sarebbero totalmente impantanati. L'artista nei giorni scorsi ha decapitato il vertice di Raising  Malawi che si stava occupando del progetto dopo che sarebbero emersi problemi molto gravi e che avrebbero anche fatto svanire la somma anticipata dalla Material Mum; si parla di circa 4 milioni di dollari, più altri sette che la cantante avrebbe prestato e che non si sa bene a chi ora siano in carico. Il risultato è che la Academy for Girls di Madge è ben lontana dal compimento. Chirambo ha affermato che l'artista ha ora quattordici giorni di tempo per rispondere alle accuse. Di sicuro per la cantante non è un buon periodo: nei giorni scorsi prima è morta Elsie Mae Fortin, sua nonna materna, poi uno squilibrato è riuscito ad entrare nella casa da lei utilizzata quando è a Londra. E un paio di mesi fa era stata criticata da Katy Perry, che aveva detto: "Per me la spiritualità è una cosa molto importante e non mi piace quando la gente la prende con leggerezza. A volte non capisco perché ci siano degli artisti che giocano proprio quella carta, come ad esempio quando Madonna si fa mettere su una croce per cantare".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.