Due Wu-Tang Clan picchiano un giornalista

Due membri del Wu-Tang Clan, Ghostface Killah e U-God, sono indagati dalla polizia di San Francisco per una presunta aggressione ai danni di un giornalista.

Lo sfortunato protagonista della vicenda è un reporter del “Pacific News Service”, Edward Cash Wallace, che sarebbe stato malmenato dopo lo show dei Wu-Tang Clan al Maritime Hall di San Francisco, lo scorso 12 agosto. Secondo quanto riportato sul sito hip hop www.sohh.com (www.onlinehiphopawards.com/sohh), Wallace sostiene che gli fosse stata concessa un’intervista con Ghostface ma quando il giornalista si è diretto nel retropalco è stato bloccato dalle guardie del corpo che lo hanno malmenato, con il contributo anche dello stesso Ghostface Killah e di U-God. Il promoter del concerto, Boots Houghston, conferma che Wallace è stato spintonato dalle guardie del corpo perché, nonostante non fosse stata concessa nessuna intervista, il giornalista insisteva; l’uomo nega però che da questo episodio sia nata una rissa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.