Badfinger in tribunale

La tormentata vicenda del gruppo, che fu funestato da ben due suicidi negli anni ’70, si va completando con un capitolo legale presso l’Alta Corte di Londra. Oggetto della contesa il disco "Day after day", ricavato da un nastro registrato dalla band nel 1974 e prodotto da Joey Molland, già chitarrista e cantante dei Badfinger. Questi ritiene che il suo lavoro sul disco meritasse un compenso più elevato che non le semplici royalties, come da contratto con la etichetta che ha pubblicato l’album. La vedova di Tommy Evans e la ex compagna di Peter Ham, insieme al batterista Michael Gibbins, si oppongono, sostenendo che Molland fece effettuare le registrazioni di nascosto, e altrettanto clandestinamente negoziò un contratto che escludeva le altre parti aventi diritto, senza nemmeno consultarle sull’uscita del disco. Disco che ha finora permesso un ricavo di 46.561 sterline - il processo fino a oggi ne è costate 100.000 in spese legali.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.