Patsy Kensit: porno, droga, crocefissi, malavita e botte

Patsy Kensit: porno, droga, crocefissi, malavita e botte
La moglie di Liam Gallagher ha detto cose a nostro avviso un po’ più piccanti, nell’intervista al britannico "GQ", di quelle riportate in questi giorni dai giornali ("Dormo con le ceneri di mia madre"). Un esempio? «C’è un grande crocifisso sul nostro letto, il che è un po’ strano, però il sesso in un matrimonio non è strettamente peccaminoso. Certo le cose possono andare un po’ fuori dal controllo, e noi guardiamo cassette porno eccetera sotto il crocefisso... beh, a qualcuno può sembrare strano». Parlando di video sexy, Patsy racconta di come Hugh Grant - il signore sì che se ne intende - abbia scoperto un video giovanile di Patsy e dell’amica Liz Hurley, moglie dell’attore. «Ha detto a Liam di noleggiare la cassetta intitolata "Der Skipper": ci siamo io ed Elizabeth abbracciate in bikini». A proposito del passato: «Ho trascorso 7 anni di sesso, droga, infedeltà, matrimoni in fumo... di tutto. E tante bugie. All’inizio della carriera mi avevano detto di dire che mio padre era un antiquario. Invece è stato coinvolto in brutti episodi, era in contatto con la malavita. Liam mi ha insegnato a non mentire: è liberatorio. E non devo vergognarmi di mio padre, anche se da piccola mi capitava di vedere in casa certi uomini che venivano a spartire il bottino». Infine, la temporanea assoluzione per i comportamenti del marito. «La gente dice che ha un vocabolario limitato, ma è intelligente e lucido come un bottone. Può articolare i suoi punti di vista con maggiore eloquenza di chiunque abbia incontrato in vita mia. Ed io non sono la povera animella che lo subisce. Chiedete a Liam. Se va in giro a fare il cretino, quando torna gli rompo il c.». Piuttosto eloquente anche lei.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.