Il caso-Harrison e la psicosi da fan

Sul "Corriere della Sera", Alessandra Farkas racconta come «Dopo avere seguito sui giornali l'odissea di Harrison, e dopo essere stato lui stesso oggetto di numerose minacce di morte, Woody Allen ha deciso di correre ai ripari. Ha assoldato guardie del corpo che veglieranno, 24 ore su 24, fuori dalla sua nuova casa nell'Upper East Side di Manhattan -rivela il "New York Post" -. Allen è convinto che la violenza contro le celebrità abbia raggiunto ormai livelli inaccettabili e che l'assassinio dei divi sia destinato a diventare il nuovo crimine del secolo. Non è il solo. Negli ultimi tempi un numero impressionante di star hollywoodiane sono state costrette ad adottare misure estreme per difendersi dai continui attacchi di mitomani impazziti. È il caso di Steven Spielberg, vittima di un sequestro fallito da parte di Jonathan Norman. (...) Madonna, ancora traumatizzata dallo spettro di Robert Dewey Hoskins, che nel '96 cercò di scavalcare i muri della sua magione di Los Angeles prima di essere immobilizzato da una scarica di proiettili, gira circondata da un muro di gorilla. (...) Persino Barbra Streisand, la diva più di sinistra di Hollywood, ha annunciato di ricorrere alle maniere forti. Come? Circondando la propria villa di filo spinato arrugginito sovrastato da pezzi di vetro. Secondo uno studio commissionato ai Servizi Segreti dal Dipartimento del Tesoro Usa (l'agenzia responsabile della sicurezza presidenziale) nel mirino dei folli oggi non sono più i politici ma le star. Giudicate troppo ricche e famose, sollevano gelosie e ire incontrollabili nei più labili. "Il problema è molto più diffuso e grave di quanto la gente s'immagini - spiega Joe Cialone, ex poliziotto del "Nypd" che dirige l'agenzia di sicurezza "Your Protection Service" -. La maggior parte degli attacchi non vengono neanche resi pubblici perché l'aggressore è arrestato e incarcerato prima di avere compiuto il crimine". Dietro il fenomeno, secondo gli esperti, c'è Internet, che pullula di siti quali "Picchia Drew Barrymore", "Smembra Tori Spelling, che incitano i visitatori a malmenare e uccidere le loro star più odiate. Con un semplice clic».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.