I Westlife chiedono a Clive Davis di lanciarli in Usa

I Westlife sono decisi a sfondare là dove la maggior parte dei gruppi provenienti dalle isole britanniche si ritrovano sempre più spesso con un pugno di mosche (cosa che si può dire comunque di tanti gruppi americani che qui non vengono visti neanche di striscio). Per conquistare il mercato Usa, il management e la casa discografica della band si affideranno a Clive Davis, boss della Arista che lanciò a suo tempo Whitney Houston e che, nonostante i recenti successi, si trova in cattive acque in patria a causa dell’età, ritenuta da pensionamento. Le attenzioni di Davis, secondo Kian Egan, del gruppo irlandese, consentiranno ai Westlife di «avere un grande successo in America. E se poi questo non dovesse succedere, siamo comunque convinti che a casa nostra nessuno ci tradirà».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.