Rockol - sezioni principali

Tutto su: Folk

Recensione di "TELE RICORDI - LE SIGLE TV CHE HANNO FATTO LA NOSTRA STORIA"

In vetrina - 20/01/2000
Recensione di "TELE RICORDI - LE SIGLE TV CHE HANNO FATTO LA NOSTRA STORIA"

Nel lontano 1979, l’etichetta Philips mise in vendita un cofanetto di tre LP – ve li ricordate, quei dischi di plastica nera larghi come una pizza? – intitolato “25 anni di TV – Musiche e personaggi dei programmi di successo”. Quaranta titoli, dalla sigla d’apertura dei programmi, un brano del “...

Recensione di "JOY"

In vetrina - 14/10/2009
Recensione di "JOY"

Quattro anni in surplace bastano e avanzano per perdere il ritmo e accumulare strati di ruggine. Diamo subito la buona notizia: ai Phish non è successo e forse non è neppure troppo azzardato dire che “Joy” è il disco migliore che abbiano fatto finora, come sostiene il loro produttore Steve Lillywhite (quello degli U2, e di tanti altri). Tornati...

Recensione di "SPEAK YOUR PEACE"

In vetrina - 29/07/2002
Recensione di "SPEAK YOUR PEACE"

Terry Callier è diventato una piccola leggenda, in ambiti diversissimi: nel folk e soul nero, che dai suoi esordi negli anni ’60 è il suo territorio elettivo, e nella musica contemporanea che mischia tradizione ed elettronica. In quest’ultimo campo, Callier si è fatto riscoprire dopo una lunga assenza dalle scene grazie alla ripubblicazione del...

In vetrina - 11/03/1998
Recensione di "TONY HADLEY"

Tony Hadley sarebbe il testimonial ideale di qualche linea di profumi tipo ‘i coloniali’, e forse lo sa, almeno a giudicare dall’accanimento con cui, tanto con gli Spandau Ballet quanto più di recente da solo, si lascia riprendere e fotografare in località esotiche, per lo più asiatiche o africane. Di fatto è la sua corporatura e...

In vetrina - 18/05/2013
Recensione di "THE DAWN"

I dischi sono fatti per essere ascoltati. Dall’ascolto poi, ognuno trae le proprie conclusioni: bello, brutto, pensavo meglio, pensavo peggio… l’ho trovato così e cosà. Per farsi un’idea però, è necessario e fondamentale, appunto, ascoltarli. Ora, l’idea che io mi sono fatto su “The dawn” dei Miss Chain & The Broken Heels, dopo tanti...

Recensione di "JUNO"

In vetrina - 10/04/2008
Recensione di "JUNO"

Low-fi: un’etichetta abusata, ma che si adatta perfettamente a “Juno”, film e colonna sonora. La pellicola racconta con delicatezza e senza moralismi la storia di una sedicenne che rimane incinta; ha raccolto consensi e premi ovunque, fino all’Oscar per la migliore sceneggiatura originale. Parte integrante di questa storia, girata con...

Recensione di "BAHIA DO MUNDO - MITO E VERDADE"

In vetrina - 14/06/2001
Recensione di "BAHIA DO MUNDO - MITO E VERDADE"

Si apre a ritmo di reggae (con “Pegadas na areia”), il nuovo disco di Carlinhos Brown, che ricalca nella sostanza la formula a cui ci aveva abituato. Il pregio dell’artista di Bahia resta quello di cercare soluzioni nuove e di crearsi un proprio stile personale, il difetto è che non sempre i risultati sono all’altezza e...

In vetrina - 08/03/2011
Recensione di "EDEN"

Partiamo da questo concetto: "Eden" è il disco più pop dei Subsonica. Pensate che questa sia una critica? Niente affatto, anzi. Cerchiamo di contestualizzare: la band torinese è arrivata al suo sesto album in studio e sono passati 14 anni dal suo omonimo esordio. "L'eclissi", l'album precedente, era uno dei più cupi della loro produzione, sia...

Recensione di "REALITY"

In vetrina - 29/09/2003
Recensione di "REALITY"

Ci si inizia un po’ a stufare dell’etichetta “ritorno alle origini”, che ormai viene troppo spesso appiccicata ai dischi da media e case discografiche. L’irritazione per l’etichetta, nel caso di questo nuovo disco di David Bowie, è aumentata dal fatto che era già stata usata per “Heathen”, uscito poco più di un anno fa. Prodotto da Tony...

Recensione di "NON E' CAMBIATO NIENTE"

In vetrina - 17/07/2000
Recensione di "NON E' CAMBIATO NIENTE"

Conformemente al nome con cui hanno scelto di chiamarsi, quello di Tupamaros (che, rinfreschiamo la memoria, sono i membri di un’organizzazione rivoluzionaria uruguayana che prende nome da Tupac Amaru, capo di una rivolta di indios peruviani contro gli spagnoli nel ‘700), il gruppo capitanato da Francesco Grillenzoni – autore...

In vetrina - 20/11/2008
Recensione di "OH OHIO"

Quindici anni di carriera possono non bastare, o - a seconda dei casi - essere appena sufficienti, a prendere confidenza con la materia che si sta plasmando. Se dovessimo pensare a Kurt Wagner come ad un pilota, verrebbe quasi da dire che oggi, dopo oltre un decennio al volante dei suoi Lambchop, il tenebroso songwriter americano abbia preso...

In vetrina - 06/12/2001
Recensione di "THE RAINBOW CHILDREN"

Dopo gli anni come "Tafkap", "The artist" e altri impronunciabili pseudonimi, un anno fa Prince ha riacquisito il suo “nome di battesimo” artistico. Ecco ora il primo disco firmato con quel soprannome semplice semplice con il quale divenne famoso alla fine degli anni ‘80. L’irrequieto artista di Minneapolis rimane, comunque, indefinibile ed...

Recensione di "TRANSISTOR BLAST (THE BEST OF THE BBC SESSION)"

In vetrina - 03/01/1999
Recensione di "TRANSISTOR BLAST (THE BEST OF THE BBC SESSION)"

Ci aveva pensato un’antologia, un paio d’anni fa, a ricordarci che gli XTC erano ancora vivi, nonostante fosse dal 1992 che il gruppo rimaneva inattivo: adesso, con "Transistor blast", la premiata ditta Moulding & Partridge mette mano agli archivi ‘unofficial’, per pescare tra registrazioni di una quindicina d’anni: due dei quattro cd compresi...

Recensione di "CELEBRATION DAY"

In vetrina - 19/11/2012
Recensione di "CELEBRATION DAY"

Il dubbio dura lo spazio di un attimo. L'esitazione svanisce in un battito di ciglia. Il giudizio resta sospeso giusto il tempo di un accordo di chitarra elettrica. Le prime battute di "Good times bad times" (primo brano del primo album: una scelta inattesa ma simbolica, non casuale) sciolgono immediatamente la riserva: il 10 dicembre del 2007...

Recensione di "DEMON DAYS"

In vetrina - 19/06/2005
Recensione di "DEMON DAYS"

Casi come quelli dei Gorillaz rinfrancano la mente e le orecchie di chi ascolta e di chi si occupa di musica: in giro c’è ancora qualcuno grado di avere idee originali, di svilupparle, e di portarle al successo. La storia forse ve la ricordate: nel marzo 2001 esce un singolo intitolato “Clint Eastwood”. A cantarlo è una band “virtuale”, nel...

In vetrina - 07/12/2000
Recensione di "TEST DON'T TEST"

Due anni fa, quando, dopo un lungo apprendistato tra le fila della Mo’Wax, gli Attica Blues esordirono con “Blueprints”, squarciarono con il loro nu soul urbano tinto di blu, non pochi cuori. “Blueprints” infatti era una sequela mozzafiato di ballate soul a ritmo di hip hop, impreziosite da gocce di rhodes che...

In vetrina - 05/11/2014
Recensione di "SONO INNOCENTE"

Il nuovo album di Vasco Rossi ha tre diverse copertine: nella prima, appare interrogato, e alza le mani come per dire "sono innocente", con il suo sguardo vispo; nella terza copertina, Vasco appare più meditativo, come assorto in una riflessione. Nella seconda copertina, invece, punta contro il fruitore una lampada accesa e lo accusa con uno...

Recensione di "ROADSINGER (TO WARM YOU..)"

In vetrina - 06/05/2009
Recensione di "ROADSINGER (TO WARM YOU..)"

Da tanti annunciato, il ritorno di Cat Stevens si compie per ora solo a metà: sulla copertina di “Roadsinger” campeggia ancora il nome del suo alter ego islamico, Yusuf. E dove sono le chiacchierate collaborazioni con Dolly Parton e sir Paul McCartney? Nei crediti, e tra le pieghe del disco, dei due Illustri non c’è traccia; in realtà le due...

Recensione di "PORTRAITS OF BOB DYLAN"

In vetrina - 25/04/1999
Recensione di "PORTRAITS OF BOB DYLAN"

"Sono stato un fan di Bob Dylan sin da quando ho ascoltato "The freewheelin' Bob Dylan", tanti anni fa. Le sue canzoni mettono l'uomo, l'emozione, davanti a tutto. E' per questo che ho sempre amato il suo modo di scrivere. Quest'album non riguarda molto il mio essere un chitarrista e lavorare alle canzoni con l'approccio di un virtuoso. Negli...

In vetrina - 24/04/2013
Recensione di "#WILLPOWER"

I Black Eyed Peas sono stati uno dei gruppi più popolari di Hip-Pop degli anni zero. Animali da party (meno da palcoscenico), puro disimpegno, ma che hanno lasciato una manciata di singoloni martellanti (“I gotta feeling” tra tutti). Non abbiamo notizie su un loro scioglimento, quel che sappiamo però è che al leader Will.I.Am la band va molto...

In vetrina - 16/01/2008
Recensione di "SILK/SETA"

Prima doverosa premessa: non ho visto il film. Seconda doverosa premessa: diversi anni fa avevo letto il libro, che mi era parso, soprattutto dopo i fasti di “Oceanomare”, una boiata. Ma questa colonna sonora è una delle cose migliori ascoltate ultimamente, e sarebbe un peccato che un lavoro del genere passasse inosservato solo perché Ryuichi...

Recensione di "PULL SANTI"

In vetrina - 15/05/2001
Recensione di "PULL SANTI"

“Pullsanti”, album d’esordio dei napoletani Polina, era stato originariamente pubblicato all’inizio del 2.000. Per evitare che se ne perdessero le tracce, la NuN Entertainment ha deciso di prendere la posse sotto le sue sgrinfie e di rimettere il disco in circolazione rimasterizzato. L’operazione è stata effettuata...

Recensione di "COLLAPSE INTO NOW"

In vetrina - 08/03/2011
Recensione di "COLLAPSE INTO NOW"

Il “ritorno alla forma”… “un disco classico”, “il nuovo capolavoro”: avrete letto già diverse definizioni del nuovo disco dei R.E.M.. Uno dei dati di questa era digitale non è solo la facilità con cui ci arriva la musica, ma anche la facilità con cui si danno giudizi, magari dopo avere ascoltato qualche canzone in rete, magari con una pessima...

Recensione di "SILENCE IS EASY"

In vetrina - 08/10/2003
Recensione di "SILENCE IS EASY"

Il silenzio è facile, proclama il titolo di questo disco degli Starsailor. Già, stare zitti è più semplice: come dice la saggezza popolare, chi non fa niente non sbaglia mai. Chi non risica non rosica, e via discorrendo con i luoghi comuni… Gli Starsailor hanno deciso di rischiare, però. Acclamati dalla stampa al loro esordio, attesissimi...

In vetrina - 13/07/2000
Recensione di "DIVINE RITES"

C’è stato un periodo piuttosto lungo durante gli anni 80 in cui l’Australia era un’isola felice per il rock’n’roll sotterraneo. Non passava mese in cui le riviste specializzate non scoprissero gruppi nuovi. Rob Younger era già una figura semileggendaria in virtù del suo passato nei Radio Birdman, e sembrava una...

In vetrina - 08/10/2008
Recensione di "DIG OUT YOUR SOUL"

Gli Oasis sono il sogno di ogni giornalista: hanno sempre la battuta pronta, il "gancio" per un titolo. Quando, qualche giorno fa, Liam è passato a Milano a presentare il nuovo album “Dig out your soul”, ha detto che è stato inciso “sotto l'effetto della gazzosa”. Una boutade, ma non troppo, in risposta a chi gli ricordava il ruolo svolto dagli...

Recensione di "STANDARD"

In vetrina - 11/12/2001
Recensione di "STANDARD"

Una scossa nel cervello. Elettricità bollente che percorre il corpo. Un viaggio spaziale sul pianeta, in Italia ancora sconosciuto, chiamato cyber-trance-avantgarde-punk ‘n’ roll. Semplicemente un’esplosione di colori psichedelici su ritornelli ossessivi che assomigliano a ritagli mal rifilati di immagini metropolitane, dove le parole si...

Recensione di "LAST TIME AROUND - LIVE AT LEGENDS"

In vetrina - 25/12/1998
Recensione di "LAST TIME AROUND - LIVE AT LEGENDS"

Due dei grandi che diedero una spallata decisiva al concetto tradizionalista di blues portandolo a contaminarsi con il rock ed elettrificandolo con coraggio, si ritrovano a duettare in deliziosa veste acustica, come non avrebbero mai fatto da giovanissimi. L'età, si sa, porta la voglia di celebrare tradizioni e memoria, e complice l'atmosfera...

In vetrina - 10/04/2012
Recensione di "BEST OF KOKUA FESTIVAL"

“Jack Johnson è così ‘laid back’ che sono anni che scrive sempre la stessa canzone”, mi ha scritto un amico non molto tempo fa. Si potrebbe creare una playlist di canzoni scelte a caso dalla produzione del cantautore hawaiiano, che conta ormai di 5 dischi di studio più svariate altre uscite minori. Si potrebbe metterla in shuffle, e quasi...

In vetrina - 09/06/2005
Recensione di "OUT OF EXILE"

Allora era vero. Non era un passatempo per rockstar annoiate. Quando uscì il primo eponimo disco degli Audioslave, si diceva più o meno “Si, bello, ma durerà?”. Ovvero,la solita domanda che ci si fa quando si vedono nascere dei supergruppi. In questo caso, da 3/4 dei Rage Against The Machine e dal cantante dei Soundgarden, Chris Cornell (reduce...

In vetrina - 20/11/2000
Recensione di "NIGHT AND DAY 2"

“It’s a hell of a town”, dicono le prime parole del disco. Già, New York è una città indiavolata, ma è anche una continua fonte di ispirazione per la musica; gli ultimi casi: un brano omonimo sul nuovo disco degli U2, e tutto il nuovo disco di PJ Harvey ("Stories from the city, stories from the sea"). Tra i precedenti illustri...

In vetrina - 10/10/2014
Recensione di "HESITANT ALIEN"

Messa da parte l'esperienza come frontman dei My Chemical Romance, che aveva contribuito a fondare nel 2001 insieme al batterista Matt Pellissier, Gerard Way riparte dal suo primo album solista: "Hesitant alien". Il disco, a detta dello stesso Way, vede il trentasettenne cantautore ritornare alle proprie origini musicali, alle sonorità dei...

In vetrina - 24/04/2009
Recensione di "TOGETHER THROUGH LIFE"

Tipico, e già sperimentato, paradosso dylaniano: l’artista più analogico in circolazione, il più ostinatamente vintage e tetragono alle mode, che manda in fibrillazione la comunità digitale. Nelle ultime settimane i forum di Internet si sono scatenati alla ricerca di riferimenti letterari per il suo nuovo album (Whitman, i “Canterbury tales” di...

In vetrina - 22/02/2002
Recensione di "BLACK REBEL MOTORCYCLE CLUB"

Ogni tanto l’insistenza della stampa genera diffidenza. Ad ogni nuovo nome “pompato” da testate italiane ed inglesi, sorge spontanea la domanda: sarà vera gloria? Prendete gli Strokes, gran bel gruppo, ma di cui si è parlato davvero un po’ troppo. La storia si ripete spesso (la categoria dei "giornalisti" è prevedibile, si sa) e così prima di...

In vetrina - 09/04/1999
Recensione di "SOSPESA"

Chi non la ama, Antonella Ruggiero? Alla fine è difficile trovare in Italia un tale concentrato di bravura, timidezza e semplicità. Artista a suo agio solo quando messa di fronte ad un microfono, spesso in difficoltà nel più semplice contatto con i media, Antonella anche quest’anno ha sfiorato la vittoria al Festival di Sanremo, confermando il...