Palme & cemento - Vegas Jones

Da qui non mi sposti, sono comodo
Sto pagando molto, quindi ora sto
Voglio cambiare il mondo, sento che si può
Non faccio fare a loro, questa volta no

Ogni palma che vedi è nata dal cemento
Per questo se l'ho preso, me lo tengo stretto
Sono contento, è già il paradiso questo
Per i miei, vedessi l'inferno da cui vengo
Ogni palma che vedi è nata dal cemento
Per questo splendono anche con il sole spento
Bella villa con lo studio, ci godiamo il legno
Nella vita serve culo, sto cercando il pesco
Ascolta questo

Bella music, do, re, mi, fa, sol, la, si, do
Facciamo, fammi fare il soldo, si bro
Ho beccato mio fratello con il cydro
Se ribecco mio fratello sono libero
Ma basta che soffia il vento e cade quel castello
Rinascerò più forte dalla polvere
E non capisco cosa mi sta succedendo
Ma ho forza nelle gambe, posso correre

Da qui non mi sposti, sono comodo
Sto pagando molto, quindi ora sto
Voglio cambiare il mondo, sento che si può
Non faccio fare a loro, questa volta no

Ogni palma che vedi è nata dal cemento
Per questo se l'ho preso, me lo tengo stretto
Sono contento, è già il paradiso questo
Per i miei, vedessi l'inferno da cui vengo

Ora mi chiedo se il cash, valesse tutta la family
In quell'ospedale, siamo una minaccia
Per questo stivale, ci metto la faccia, ci metto le palle
O nudo 'na scema tanga tropicale
Puoi tangere il dramma se inizi a rappare
Infrangere il karma, non è affare facile
È un affare fatto
Chi non c'è up è come dire "Vuoi gli schiaffi"
Un figlio di puttana con il ferro
Psicomea, se mi vedi nero, guarda poco prima è successo un macello
Buona la prima, è sincero il progetto
Buona la prima, ne prenderò un etto
Sta buona chica, solo vera pella
Bravo stilista col naso Margiela
Penso "che vita"
Poi penso fratello che porta le pizze ai palazzi per euro
Cosa mi manca, rotella, cervello
Ora in quella banca c'è più di un centesimo
Esco a brindare, anche così li spendo
Ma non in quel club, coi fra nel parcheggio
Tricolore sicilia, da dove discendo
Su in cima e da dove non scendo

Da qui non mi sposti, sono comodo
Sto pagando molto, quindi ora sto
Voglio cambiare il mondo, sento che si può
Non faccio fare a loro, questa volta no

Ogni palma che vedi è nata dal cemento
Per questo se l'ho preso, me lo tengo stretto
Sono contento, è già il paradiso questo
Per i miei, vedessi l'inferno da cui vengo

Mi sento come un giorno nuovo prima che risorga
Prendo un attimo di tempo dall'ombra
Devi essere deciso per creare l'onda
Devi essere convinto per surfarci sopra

Ogni palma che vedi è nata dal cemento
Per questo se l'ho preso, me lo tengo stretto
Sono contento, è già il paradiso questo
Per i miei, vedessi l'inferno da cui vengo



Credits
Writer(s): George Tsulaia, Matteo Privitera
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.