Bellaria - Vegas Jones

Bisogna stare nel viaggio per entrare nel Lean
Se vuoi entrare nel viaggio il biglietto è qui, baby
Wow, yeah, yeah

Sento il mio socio che rolla
Fruscio della carta, la colla fischia
Le labbra di lei che si intonano al sangue
Chissà che ho versato per questa cinghia
Sono 100 le storie che vivo
Sono solo poche quelle su cui mi esprimo
Le cerchi, le trovi, le troie, le vedi, le prendi
Sono sul cammino, sì
Mi ferisce vedere chi sei diventato
Solo per dei pezzi di carta
Non finisce l'inchiostro
Lo sai che fossi al tuo posto cambierei faccia?
Non spaccio, ho visto dove si finisce
Faccio sempre il triplo di quello che serve
Per avere il mondo e darlo ai miei fratelli
Io da qui comincio, io da qui non scherzo più

Lo so che è semplice fidarsi di quello che vedi
L'apparenza ti inganna
Non mi avrete mai, prendo le distanze
Sto fuori dai radar
Non è quello che senti, chi si risparmia non si salverà
Non mostrare amore, ti ucciderà
Ora solo il mio credo mi guiderà

Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Giuro sulla strada, io vado per la mia strada
Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Vada come vada, ognuno per la sua strada

Oh oh, l'ho deciso, ormai non ho più scelta
Oh oh, sul mio viso i segni della guerra
(Cazzo, dove cazzo ho lasciato le chiavi?)
(Ok, sono pronto, ripartiamo, ok)
Non inventare più storie
Non venire a parlarmi di prima
Ora sono cambiate le cose
Ora so che sei solo una spia
Mi hanno detto di andare più forte
Non pensare a contare le miglia
Ma se provo a guardare lo specchio
Dopo tutto questo ancora mi somiglio
Non avevo nemmeno una lira
Lei l'ho solo vista, ho sempre speso euro
Non ho niente se non la famiglia
Nostra quella villa con grosso parcheggio
Se brindiamo guardami negli occhi
Che ti ho appena versato il meglio
Ho il contatto per questo e per quello
Il mio cell è morto, ma faccio chiamate lo stesso
Flow sulle mani, flow nelle mie corde vocali
È una guerra, ho soldati e armi
Non cerchiamo di starvi simpatici, vogliamo solo salvarci
Siamo sulla via più corta verso l'infinito
Importa poco quindi quando punti il dito
Fai troppo rumore, il vero resta zitto
Meglio soli che all'ombra del Sole finto

Tu non sai che è sbagliato fidarsi di quello che vedi
L'apparenza ti inganna
Non mi avrete mai, prendo le distanze
Sto fuori dai radar
Non è quello che senti, chi si risparmia non si salverà
Non mostrare amore, ti ucciderà
Ora solo il mio credo mi guiderà
Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Giuro sulla strada, io vado per la mia strada
Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Vada come vada, ognuno per la sua strada
Tira ancora, tira ancora

Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Giuro sulla strada, io vado per la mia strada
Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Vada come vada, ognuno per la sua strada
Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Giuro sulla strada, io vado per la mia strada
Mi chiamano Veggie, qualcuno Bellaria
Vada come vada, ognuno per la sua strada



Credits
Writer(s): George Tsulaia, Matteo Privitera
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.