In un palazzo di giustizia - Piero Ciampi

Siamo seduti in una stanza
Di un Palazzo di giustizia,
Ci guardiamo di sfuggita.
Io ti sparo, tu mi spari,
Io ti sparo, tu mi spari.
Tu ti alzi all'improvviso,
Non sei più quella di prima.
Un usciere indisponente
Ti sospinge tra la gente,
Ti sospinge tra la gente,
Ti sospinge tra la gente.
Tu mi provochi di nuovo,
Tu mi guardi spaventata,
Mi coinvolgi un'altra volta.
La tua astuzia è misteriosa.
Forse tu non ne sai niente,
Forse tu non ne sai niente,
Forse tu non ne sai niente.
Ho chiamato una carrozza
Che si porti via il passato,
Sei salita con rancore,
Uno sguardo e tu sei scesa,
Uno sguardo e tu sei scesa,
Dopo un attimo sei scesa.
Qui ci prende la paura,
Ci sembrava tutto strano.
È tra ben diverse mura
Che cercavi la mia mano,
Che cercavi la mia mano,
Che cercavo la tua mano.
Siamo seduti in una stanza
Di un Palazzo di giustizia.
Tu sei pazza, vuoi spiegare
Una vita con due frasi.



Credits
Writer(s): pino pavone
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.