Cara Maestra - Luigi Tenco

Cara maestra, un giorno m'insegnavi
Che a questo mondo noi, noi siamo tutti uguali;
Ma quando entrava in classe il Direttore
Tu ci facevi alzare tutti in piedi,
E quando entrava in classe il bidello
Ci permettevi di restar seduti...

Mio buon curato, dicevi che la chiesa
è la casa dei poveri, della povera gente
Però hai rivestito la tua chiesa, di tende d' oro e marmi colorati
Come può adesso un povero che entra
Sentirsi come fosse a casa sua
Egregio sindaco, mi hanno detto che un giorno
Tu gridavi alla gente, vincere o morire
Ora vorrei sapere come mai, vinto non hai eppure non sei morto
E al posto tuo è morta tanta gente
Che non voleva nè vincere nè morire.



Credits
Writer(s): Luigi Tenco
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Video consigliato

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.